Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Ranieri, no alla nazionale: «Chiudo la carriera al Leicester»

Ranieri, no alla nazionale: «Chiudo la carriera al Leicester»
© REUTERS

Il tecnico romano protagonista di uno dei miracoli sportivi più belli di sempre non ha intenzione di lasciare l'Inghilterra: «Qui sto bene e non penso di andarmene»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 16 marzo 2016 15:22

ROMA - Nel 2008 Mourinho gli dava del 70enne: «A 70 anni è troppo vecchio per cambiare mentalità». Claudio Ranieri, classe 1951, 70 anni li compirà nel 2021 e da quanto raccontato a Marca, spera di poter essere ancora alla guida del Leicester: «Qui sto bene e non penso di andarmene. Spero che mi facciano un contratto lungo, di 6-7 anni, e poi mi ritiro»

LEICESTER-NEWCASTLE 1-0, RANIERI A PIU' 5

IL MIRACOLO - Alla guida dei 'Foxes' l'ex tecnico di Juventus, Roma e Inter sta compiendo uno dei più incredibili miracoli sportivi della storia del calcio moderno.

Nell'epoca degli sceicchi e dei magnati russi, nel campionato più ricco del mondo, la Premier League, sta conducendo una squadra costruita per salvarsi alla vittoria del titolo, surclassando super potenze del calibro di Manchester City, Chelsea, Manchester United e Arsenal, alla faccia del fatturato (come direbbe qualcuno): «Il nostro successo nasce da una combinazione di circostanze. Le grandi di Premier non stanno facendo quello che avrebbero dovuto fare e noi stiamo facendo qualcosa che nessuno si aspettava. Non abbiamo ancora fatto niente, però è incredibile il percorso di un club piccolo come il nostro in un'epoca caratterizzata da società con grandi budget».

IL SEGRETO DEL LEICESTER? UN MONACO BUDDISTA

LA NAZIONALE - Ranieri è considerato uno dei candidati alla guida della nazionale italiana da quando si è capito che Conte avrebbe lasciato. In molti lo considerano per esperienza e spessore, il tecnico più adatto a prendere il posto del tecnico salentino, ma lui non vuole sentire parlare di un addio all'Inghilterra e al suo Leicester: «Penso che questo possa essere il mio ultimo club». A questo punto il cerchio si stringe su due nomi: Fabio Capello e Roberto Donadoni, anche se il presidente del BolognaJoey Saputo, ha fatto sapere di essere pronto a blindare il tecnico bergamasco, offrendogli un rinnovo fino al 2018.

CONTE VA AL CHELSEA E DICE ADDIO ALLA NAZIONALE

CONTE LASCIA LA NAZIONALE

NAZIONALE, PER I BOOKIE ARRIVA CAPELLO

 

 

 

Articoli correlati

Commenti