Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Podolski dice addio alla nazionale tedesca

Podolski dice addio alla nazionale tedesca
© LaPresse/Spada

 12 anni con la Mannschaft, 129 presenze e 48 reti

 

lunedì 15 agosto 2016 14:53

ROMA - Un altro addio eccellente nella nazionale tedesca campione del mondo: è quello di Lukas Podolski che ha annunciato oggi il ritiro dalla 'Mannschaft' dopo 12 anni. Podolski ha ufficializzato la decisione via Instagram. Lascia la maglia della nazionale, dove ha esordito nel 2004, dopo 129 presenze e 48 reti e con la quale è divemtato campione del Mondo due anni fa. "Ho annunciato al ct (Joachim Loew, ndr) - ha scritto Podolski - che da questo momento non giocherò più per la nazionale. È stata una decisione molto, molto difficile, perché è sempre stata una questione di cuore e continuerà ad esserlo, ma dopo l'Europeo ho sentito che la mia attenzione si era spostata e ora voglio dedicare più tempo ad altre cose, in primo luogo alla mia famiglia", ha scritto il 31enne attaccante oggi in forza al Galatasaray. L'addio alla nazionale di Podolski segue di poche settimane quella di Bastian Schweinsteiger annunciata dopo gli Europei, e di Philippe Lahm e Miroslav Klose dopo il Mondiale brasiliano. Podolski ha debuttato con la maglia della nazionale nel giugno 2004 con l'allora ct Rudi Völler. La sua ultima apparizione è stata il 26 giugno nella vittoriosa partita contro la Slovacchia in cui ha giocato uno spezzone di gara al posto di Draxler.

 

Hello Fans, After twelve years and seven major tournaments, the time has come. I want to tell you today, that I have called Coach Löw to inform him, that I’ll not be part of the national team any longer. I’m at a point in my career where I want to cut it back a bit. Now, my focus shifts to other aspects. My club. My foundation. Obviously my family, my wife and my two kids. It was a hard decision to make. For me, the Mannschaft always has been and always will be an affair of the heart. I feel a great deal of pride: what an amazing time it has been, all that we achieved in these twelve years. It was an incomparable experience with so much joy, passion, emotion and togetherness. This two-year old boy, arriving in Germany with hardly more than a ball under his arm, winning the World Championship – I lived my dream. We won so much with the DFB-team. I have seen so many countries and cities, have met so many people, had so many unforgettable moments. It’s been quite a journey. Thanks to the DFB. Thanks to my fellow players. And heartfelt thanks to my coaches: Thank you, Rudi Völler. Thank you, Jürgen Klinsmann. And most of all, thanks Jogi Löw! My appreciation for all the fan support could not be greater. You guys have been amazing! You always kept the faith. You just never wavered, I could always rely on you. This connection has been so important for me. As I leave the Mannschaft, this is what I’ll miss the most: the closeness with the fans. For all and everything: Thank You! ?? For the German team, my best wishes. Let’s defend this great title in 2018 and keep this marvelous trophy. Starting today, I’ll keep my fingers crossed – as one more fan of the Mannschaft. Take care. It’s been an honor. your number 10 Poldi ???????? #thanks

Una foto pubblicata da Lukas Podolski (@poldi_official) in data:

Articoli correlati

Commenti