Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Cairo a Malagò: «Non faccia il primo della classe»

Cairo a Malagò: «Non faccia il primo della classe»
© ANSA

Il presidente del Torino sull'ipotesi commissariamento della Figc: «C'è da rifondare tutto lo sport. Non ho visto risultati strepitosi alle Olimpiadi»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 27 novembre 2017 10:30

TORINO - 'Secondo me c'e' da ripensare tutto e da rifondare tutto lo sport italiano e anche il calcio. Alle Olimpiadi non ci sono stati risultati strepitosi''. E' l'opinione del presidente del Torino, Urbano Cairo, a Radio anch'io lo sport parlando dell'eventuale commissariamento in Figc. ''Ho stima di Malagò, ma secondo me bisogna rifondare tutto. Vedremo se ci sono le condizioni per commissariare la Figc, la Lega lo è già. Ma qui bisogna capire che non c'è nessuno che può fare il primo della classe''.

IL GOVERNO DEL CALCIO - ''La Serie A deve avere una maggiore voce in capitolo come in Inghilterra e anche in Spagna dove la Liga spagnola ha una percentuale di voti molto maggiore.  - continua Cairo -. Le cose devono essere cambiate, non andiamo nella direzione giusta. Paesi come il Belgio molto meno popoloso dell'Italia sono ai Mondiali''

Quando sarà eletto il presidente della Lega di Seria A, però, ancora non è chiaro: ''Oggi prevedo una fumata nera, credo che noi dobbiamo lavorare affinchè questo avvenga entro la metà di dicembre''. ''Non ho nomi da proporre - aggiunge Cairo ai microfoni di Radio anch'io lo sport - c'è una commissione. Ci sono alcuni nomi interessanti ma non li posso dire. Siamo in dirittura d'arrivo e nel giro di pochi giorni questi nomi saranno fatti. Bisogna vedere però le maggioranze per eleggere questi nomi''.

IL SUO TORO -  Quanto al pari di San Siro con il Milan, Cairo si dice soddisfatto. Ma non lo è del tutto della classifica. 'Donnarumma ha fatto un mezzo miracolo ma giusto un pareggio ieri a San Siro. Vedendo il cammino che abbiamo fatto mi aspettavo un paio di punti in più come contro il Verona e con il Chievo. Avremmo potuto avere almeno quattro punti in più - conclude - ma il campionato è lungo''.

Articoli correlati

Commenti