Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Il Tribunale Ue dà ragione a Messi: può registrare il marchio

Il Tribunale Ue dà ragione a Messi: può registrare il marchio
© EPA

Annullata la decisione dell'Ufficio per la proprietà intellettuale dell'Ue

Sullo stesso argomento

 

giovedì 26 aprile 2018 11:04

BRUXELLES - Lionel Messi può registrare il proprio marchio 'MESSI' per articoli e abbigliamento sportivo. "La notorietà del calciatore neutralizza somiglianze visive e fonetiche fra il suo marchio e quello MASSI di una società spagnola". Lo stabilisce il Tribunale dell'Ue con la sua sentenza odierna, che annulla la precedente decisione dell'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo).

Nell'agosto 2011, Lionel Andres Messi Cuccittini si era rivolto all'Euipo, chiedendo di registrare il marchio MESSI, per una produzione di capi di abbigliamento, scarpe e articoli sportivi. Ma, nel novembre di quello stesso anno, un imprenditore spagnolo, Jaime Masferrer Coma, aveva proposto opposizione, lamentando un rischio di confusione con i marchi MASSI registrati, in particolare, per articoli di abbigliamento, scarpe, caschi per ciclisti, indumenti di protezione e guanti. Nel 2013 l'Euipo aveva accolto l'opposizione di Masferrer, e rigettato il successivo ricorso di Messi (2014), poiché si riteneva che sussistesse un rischio di confusione tra i due marchi. Ma il calciatore non si è dato per vinto e ha adito il Tribunale dell'Ue, chiedendo l'annullamento, questa volta ottenendo soddisfazione. 

Articoli correlati

Commenti