Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Buffon: «La Champions per me non è un'ossessione»
© AFPS
Calcio
0

Buffon: «La Champions per me non è un'ossessione»

Il portiere del Psg: «Alla Juventus ho lasciato compagni che erano anche campioni e ne ho trovato dei nuovi qui, a Parigi: anche loro sono campioni»

ROMA - "Il mio arrivo a Parigi? È stato molto semplice e naturale, mi sento come se fossi un giocatore uguale agli altri. Così vedo me stesso e così voglio essere considerato. Nel PSG ho scoperto un gruppo di ragazzi fantastici ed è stato salutare ritrovarmi in uno spogliatoio come questo". Così Gigi Buffon, parlando a France Football, traccia un un primissimo bilancio della propria esperienza in Francia. "Con Mbappé scherziamo e spesso ridiamo insieme - aggiunge l'ex portiere degli azzurri -. Mi dice sempre: 'Mai nella vita avrei potuto immaginare di giocare un giorno con te'. Mi vide giocare la finale mondiale 2006 contro la Francia, quando era ragazzo, io l'ho affrontato nella semifinale Champions 2017... A Torino ho lasciato compagni che erano anche campioni e ne ho trovato dei nuovi qui, a Parigi: anche loro sono campioni". "Conosco solo un modo per dare il meglio di me - sottolinea -: fare gli interventi giusti al momento giusto, in modo da risultare decisivo. Mi sembra impensabile avere solo un titolare in porta, la stagione è lunga e c'è bisogno di tutti, non sai mai quello che può accadere. La Champions? Voglio giocarla di nuovo e provare a fare del mio meglio, vivere ancora grandi emozioni, anche se non ne faccio un'ossessione".

Vedi tutte le news di Calcio

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti