Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio Estero

Vedi Tutte
Calcio Estero

Colombia, cade aereo con la Chapecoense a bordo: 5 superstiti, 76 morti

Colombia, cade aereo con la Chapecoense a bordo: 5 superstiti, 76 morti
© AP

Sono 81 i passeggeri del velivolo precipitato vicino a Medellin: tra questi, oltre a 9 membri dell'equipaggio, anche i giocatori della squadra di calcio di serie A brasiliana

Sullo stesso argomento

 

martedì 29 novembre 2016 08:30

BOGOTÀ (COLOMBIA) - Un aereo con 81 persone a bordo, diretto all'aeroporto internazionale di Medellin, si è schiantato in Colombia. Si trattava di un volo charter che trasportava i giocatori della Chapecoense. In Colombia, a Medellin, la squadra brasiliana avrebbe dovuto giocare mercoledì la finale d'andata della Copa Sudamerica, contro l’Atletico Nacional

VIDEO, RUSCHEL SULL'AEREO PRIMA DELLA PARTENZA

CINQUE SUPERSTITI, TRA LE VITTIME C'È UN EX SALERNITANA - C'erano 81 persone a bordo del velivolo che si è schiantato vicino al dipartimento di Antioquia: 72 passeggeri e nove membri dell'equipaggio. L'account twitter dell'areonautica colombiana aveva confermato che erano 6 i superstiti: 3 giocatori, 2 membri dell'equipaggio e un giornalista ma uno di questi, il portiere Danilo però, è deceduto durante il trasporto in ospedale portando il numero dei sopravvissuti a 5. Nell'incidente dunque hanno perso la vita 76 persone: lo ha confermato un funzionario della polizia di Medellin. Le autorità aeronautiche civili colombiane hanno pubblicato su Facebook la lista delle persone a bordo del volo Lamia (targa CP2933 RJ80). Oltre a equipaggio, calciatori e dirigenti della Chapecoense, c'erano anche giornalisti. Tra i deceduti anche Filipe Machado, difensore del club brasiliano ma con sette presenze con la Salernitana nella stagione 2009-2010.

I SOPRAVVISSUTI - Tra i sopravvissuti c'è un altro dei difensori della Chapocoense, Alan Ruschel, uno dei terzini della squadra, ricoverato all'ospedale municipale de La Ceja. Oltre a lui sono stati portati in ospedale anche i portieri Danilo e Follmann (ma il primo è morto durante il tragitto per la gravità delle ferite) e il difensore di 31 anni Helio Zampier Neto. Con la squadra non erano partiti nove giocatori che sono rimasti in Brasile: Andrei, Boeck, Demerson, Hyoran, Martinuccio, Moises, Nemen, Nivaldo e Winck. Quest'ultimo aveva giocato per nove mesi al Verona (dal luglio 2015 a marzo 2016) segnando anche un gol in Coppa Italia.

FOTO, IL SELFIE PRIMA DEL DECOLLO

SOCCORSI DIFFICILI - A rendere più complesse le operazioni di soccorso durante la notte anche le avverse condizioni meteorologiche. A causa delle forti piogge, infatti, le autorità del Dipartimento di Antioquia, dove è precipitato l'aereo con a bordo la squadra di calcio Chapecoense, hanno interrotto le ricerche dei superstiti. In Colombia è notte fonda è l'aereo si è schiantato in una zona di montagna, a sud di Medellin. La sorella di Ruschel su twitter ha espresso tutta la sua gioia per il fratello uscito vivo dall'incidente in Colombia: «Dio è grande e ti rende forte! Ti amo fratello. Sei un guerriero!!!!».

«TRAGDEIA DI PROPORZIONI ENORMI» -  "È una tragedia di proporzioni enormi", ha detto poi il sindaco. L'aereo, un British Aerospace 146, è caduto in una zona montagnosa alle porte di Medellin poco prima della mezzanotte di lunedì ora locale. Il velivolo era partito dall'aeroporto internazionale di San Paolo, in Brasile, e aveva fatto scalo in Bolivia. La squadra di calcio brasiliana Chapecoense avrebbe dovuto giocare mercoledì la finale della Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional di Medellin.

FOTO, IL CALCIO SI STRINGE ATTORNO ALLA CHAPECOENSE

QUANTI TIFOSI FUORI DALLO STADIO - Intanto centinaia di tifosi del Chapecoense si sono ritrovati sin dalla mattina davanti all'Arena Condà, lo stadio della squadra della città di Chapecò, nello Stato brasiliano di Santa Catarina (sud del Paese). Molti seguono le notizie della tragedia in lacrime, altri pregano per le famiglie delle vittime. Anche il direttore del club, Plinio David de Nes Filho, ha pianto davanti ai microfoni di Bom Dia Brasil: "Il sogno della Chapecoense è finito stanotte", ha detto il dirigente sportivo.

VIDEO, I TIFOSI CANTANO ALL'ESTERNO DELLO STADIO

PROBLEMI ALL'IMPIANTO ELETTRICO... - L'aereo caduto in Colombia aveva segnalato problemi all'impianto elettrico: lo rende noto in un comunicato l'aeroporto internazionale di Medellin. Il velivolo, un British Aerospace 146 gestito dalla compagnia charter boliviana Lamia, trasportava anche i giocatori della squadra di calcio brasiliana Chapecoense. I piloti dell'aereo hanno inviato un messaggio di emergenza alle 22:00 di lunedì (ora locale), hanno reso noto le autorità dell'aviazione civile colombiana. Le squadre di soccorso sono state attivate immediatamente ma un elicottero dell'esercito è stato costretto a rientrare alla base a causa della scarsa visibilità.

VIDEO, CHAPECOENSE, FESTA PER LA FINALE

...MA POTREBBE AVER FINITO IL CARBURANTE - Ma secondo il responsabile dell'agenzia per l'aviazione civile colombiana, Alfredo Bocanegra, le autorità non escludono che l'aereo schiantatosi a sud di Medellin con a bordo la squadra di calcio Chapecoense sia rimasto a secco di carburante. Ufficialmente si continua a parlare di guasto elettrico - ha precisato Bocanegra - ma c'è la testimonianza di una assistente di volo secondo cui sarebbe finito il carburante.

«ANCHE L'ARGENTINA DI MESSI HA VIAGGIATO SU QUELL'AEREO»

IL COMUNICATO - Il club Chapocoense ha rilasciato su facebook un comunicato ufficiale in cui conferma di aspettare un resoconto definitivo dall'autorità aerea colombiana per trasmettere "qualsiasi nota ufficiale sull'incidente". E poi conclude: "Che Dio sia con i nostri atleti, dirigenti, giornalisti e altri ospiti che sono con la delegazione".

PARTITE ANNULLATE - La Federazione del calcio sudamericana (CONMEBOL), intanto, ha annullato tutte le attività fino a nuovo ordine a causa della sciagura aerea in Colombia: lo ha annunciato la stessa CONMEBOL, sottolineando che il suo presidente, Alejandro Dominguez, è partito per Medellin. È stata annullata quindi anche la prima di due partite della finale della Copa Sudamericana: la squadra brasiliana di serie A Chapecoense, che si trovava a bordo dell'aereo, avrebbe dovuto giocare mercoledì a Medellin contro l'Atletico Nacional.

FOTO, IL MINUTO DI SILENZIO DEL REAL

MINUTO DI SILENZIO DI BARCELLONA E REAL - E un minuto di silenzio prima delle rispettive sessioni di allenamento è stato osservato da Barcellona e Real Madrid per le vittime del disastro aereo nel quale è rimasta coinvolta la squadra brasiliana del Chapecoense. Tanti messaggi di cordoglio stanno arrivando dal mondo dello sport. L'Atletico Madrid, attraverso twitter ha voluto ricordare Cleber Santana, centrocampista della squadra brasiliana che ha vestito la maglia dell'Atletico dal 2007 al 2010.

VIDEO, MINUTO DI SILENZIO DEL BARCELLONA PER IL CHAPECOENSE

Articoli correlati

Commenti