Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio Estero

Vedi Tutte
Calcio Estero

Processo per tangenti Fifa: assolto l'ex presidente federale del Perù

Processo per tangenti Fifa: assolto l'ex presidente federale del Perù
© AP

Manuel Burga: «Difendermi era come le fatiche di Ercole»

Sullo stesso argomento

 

martedì 26 dicembre 2017 18:39

NEW YORK - L'ex presidente della federcalcio peruviana Manuel Burga, 60enne avvocato, è stato assolto da una Corte statunitense dall'accusa di aver percepito tangenti nell'ambito del processo sugli scandali Fifa e il 'lavaggio' di denaro a questi collegato. Burga, che per l'emozione si è sentito male al momento della lettura del verdetto, è stato riconosciuto "non colpevole" e poco dopo, piangendo, é riuscito a dire solo "Dio benedica l'America, lascio per sempre il calcio e tornerò a fare l'avvocato". "Ringrazio i legali che mi hanno assistito - ha poi aggiunto -, perché difendermi in questo processo era come le fatiche di Ercole, vista la mole di materiale raccolta".

Venerdì scorso altri due ex dirigenti del calcio erano invece stati riconosciuti colpevoli, e ora rimangono in carcere in attesa che il giudice Pamela Chen decida l'entità della pena. Si tratta dell'ex presidente della federazione brasiliana (Cbf) Josè Maria Marin, 85enne condannato per tre crimini di natura finanziaria e per due episodi di 'lavaggio' di denaro, e dell'ex ex presidente della Conmebol, Juan Angel Napout. Entrambi sono stati riconosciuti colpevoli anche di associazione a delinquere.

Articoli correlati

Commenti