Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Pallone d'Oro, l'urlo di Griezmann: «Devo esserci anche io»
Calcio Estero
0

Pallone d'Oro, l'urlo di Griezmann: «Devo esserci anche io»

L'attaccante della Francia campione del mondo e dell'Atletico Madrid, vincitore di Europa League e Supercoppa Europea: «Se non sono tra i primi tre dopo questa stagione, non so cosa si possa fare per esserci. Nel premio Fifa non c'è nessun francese...»

ROMA - Cominciano con largo anticipo le polemiche per l'assegnazione del Pallone d'Oro e a innescarle è l'attaccante dei 'Bleus' campioni del mondo, Antoine Griezmann, che anticipa tutti: "Devo essere per forza fra i primi tre", dice in un'intervista a L'Equipe. Se così non fosse, "mi chiederei cosa posso fare di più", aggiunge l'attaccante dell'Atletico Madrid. A farlo sospettare di non essere nel trio di testa à stato il premio di miglior giocatore della stagione Uefa, assegnato a Luka Modric, finalista dei mondiali con la Croazia e vincitore della Champions con il Real Madrid. Ma anche il fatto che nessun francese figuri tra i tre finalisti del premio Fifa, che sarà assegnato il 24 settembre a Londra e che vede in lizza lo stesso Modric insieme a Salah e a Cristiano Ronaldo. "E' strano - nota Griezmann - ed è un peccato. E' un trofeo della Fifa, no? E la Coppa del Mondo è organizzata dalla Fifa, no? Noi la vinciamo e alla fine non c'è nessun francese in testa"

L'ATLETICO: SENZA PAROLE - A spalleggiare Griezmann è ovviamente anche la sua squadra, l'Atletico Madrid, che quando è stato resa nota l'assenza del francese dal terzetto finalista al premio Fifa, ha commentato in questa maniera sui social.

Vedi tutte le news di Calcio Estero

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti