Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Real Madrid

Vedi Tutte
Real Madrid

Real Madrid, Zidane rinnova e raddoppia

Real Madrid, Zidane rinnova e raddoppia
© EFE

Il tecnico francese ha prolungato il contratto per altre tre stagioni e guadagnerà quanto i top manager d'Europa

Sullo stesso argomento

 

martedì 19 settembre 2017 17:07

MADRID (Spagna) - "Io sto benissimo qui. Il rinnovo è cosa fatta ma non significa nulla, non guardo al di là del giorno dopo giorno". Alla vigilia della sfida col Betis, Zinedine Zidane conferma l'accordo col Real Madrid per il prolungamento del suo contratto: secondo la stampa spagnola, Zizou si legherà con un nuovo triennale un cui raddoppierà il suo ingaggio, passando da 4,35 a quasi 8 milioni di euro a stagione. 

Intanto per domani riecco Cristiano Ronaldo, che ha finito di scontare la squalifica. "La sua assenza è stata ingiusta ma siamo felici di riaverlo e spero sia l'ultima volta che succeda di non poterlo avere a disposizione". Una freccia in più all'arco di un Real costretto a inseguire il Barcellona, avanti di 4 punti. "Secondo me è più difficile vincere la Liga, di fatto mi ha reso più felice che vincere la Champions - confessa Zidane - La Champions è molto importante ma è più bello vincere il campionato e anche i giocatori ne sono convinti".

Lo splendido gol alla Real Sociedad ha concesso una tregua dalle critiche a Bale ma non manca chi sostiene che il gallese sia più adatto a giocare in trasferta che non al Bernabeu. "Non è falso il fatto che quando ci sono spazi può fare male a chiunque ma tecnicamente è molto bravo e si destreggia bene anche quando gli spazi sono pochi. E' un giocatore completo. Da tempo si parla di lui e ho sempre detto che bisognava avere pazienza. Il suo livello lo conosciamo tutti e se sta bene, è fortissimo. Manca ancora un po' per vedere il miglior Bale. I fischi? Il Bernabeu ha fischiato tutti, non succede nulla, fa parte del gioco". Al tecnico francese chiedono infine delle tensioni fra Neymar e Cavani al Psg dopo la lite per chi doveva tirare il rigore contro il Lione: "Quando noi prepariamo le partite sappiamo chi calcerà gli angoli, chi i rigori. Ma a me interessa solo la mia squadra".

Articoli correlati

Commenti