Premier League

Vedi Tutte
Premier League

Leicester, Ranieri scagiona i giocatori: «Non posso credere che siano stati loro»

Leicester, Ranieri scagiona i giocatori: «Non posso credere che siano stati loro»
© ANSA

L'ex allenatore delle Foxes torna sul clamoroso esonero: «Forse c'era qualcuno nel club che alle mie spalle spingeva perché me ne andassi. Problemi quest'anno? Me li aspettavo»

Sullo stesso argomento

 

martedì 11 aprile 2017 10:24

ROMA - «No, non credo siano stati i giocatori a farmi esonerare, ma forse non davano il massimo per via di altri problemi». Scaccia le voci sul presunto tradimento di alcuni dei "senatori" dello spogliatoio del Leicester Claudio Ranieri, che ai microfoni di Sky Sports è tornato a parlare dell'accaduto a un mese e mezzo di distanza dal tanto contestato esonero da parte del club campione d'Inghilterra. «No, no, non posso credere che siano stati i miei giocatori a "uccidermi". Detto questo, si sentono tante cose in giro riguardo a questa storia: potrebbe essere stato qualcuno nel club che, alle mie spalle, quando perdevamo spingeva perché io me ne andassi».

RANIERI: "LEICESTER? E' STATO UNO SHOCK"

Senza aggiungere ulteriori dettagli su chi abbia spinto al clamoroso esonero, "Re Claudio" ha poi parlato dell'attuale forma della squadra, ora guidata dal suo vice Shakespeare: «Sono molto felice di vederli giocare col sistema che insegnato loro, perché stanno ancora giocando in quel modo. Sapevo che il secondo anno sarebbe stato completamente diverso, perché quando arrivi e vinci il titolo i gioctaori hanno bisogno di comprendere quello che è avvenuto e resettare la mente per la nuova stagione. Eravamo un piccolo club, molti erano abituati alle serie minori e, all'improvviso, abbiamo vinto un titolo straordinario. Sinceramente ho difficoltà a dire che quest'anno c'era un problema, perché io questo problema mo lo aspettavo: vincere il campionato e poi non riuscire a trovare la concentrazione per ripartire. Non mi riuscivo a spiegare però perché giocassimo ottime partite in Premier contro le grandi o in Champions League, ma poi non fossimo in grado di ripeterci contro le "piccole"».

PANCHINA D'ORO SPECIALE PER RANIERI

In chiusura il tecnico ha voluto ancora una volta esprimere il suo ringraziamento e affetto per i fan del Leicester: «Voglio ovviamente ringraziare ancora una volta i tifosi, perché quando abbiamo vinto il titolo mi hanno riempito la casa di fiori e champagne: Leicester e i suoi tifosi saranno sempre nel mio cuore, perché nel corso della mia carriera ho vinto trofei, ma mai un titolo come questo».

Articoli correlati

Commenti