Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Premier League

Vedi Tutte
Premier League

Chelsea-Manchester City 0-1: De Bruyne stende Conte

Chelsea-Manchester City 0-1: De Bruyne stende Conte
© PA

Una stoccata del belga nella ripresa piega i Blues, che perdono Morata dopo mezz'ora: Guardiola torna in testa con Mourinho

 

sabato 30 settembre 2017 20:26

ROMA - Neanche Conte riesce a fermare Guardiola, che risponde alla vittoria dello United sbancando il campo del Chelsea e tornando in vetta alla Premier insieme ai rivali di Manchester. De Bruyne decide una partita ad alta intensità, con i Blues che hanno pagato il ko di Morata e l'atteggiamento rinunciatario tenuto fino al gol del City. 

LE SCELTE - Conte lancia Hazard, che parte per la prima volta dal primo minuto in campionato dopo essersi lasciato alle spalle l'infortunio e va a giocare d'appoggio a Morata. Guardiola, senza Aguero per i prossimi due mesi a causa di un incidente stradale - il Kun salterà anche la sfida di Champions contro il Napoli - deve fare a meno anche degli infortunati Mendy e Kompany e si affida a Gabriel Jesus. Il tecnico italiano difende il percorso netto contro il collega: due vittorie su due negli scontri diretti della scorsa Premier. 

MORATA KO: DENTRO WILLIAN - Il primo sussulto lo regala Walker che si lancia verso l'area, scaricando per Silva che conclude male. Rischia di più Courtois sull'azione seguente, quando ritarda il rilancio lungo e si vede ribattere la conclusione dal pressing di Gabriel Jesus: palla che esce di poco. Il City pressa altissimo e costringe spesso i Blues al rilancio lungo, quando si tratta di fermare l'azione dei Guardiola boys è Bakayoko - più di Kante - a mettersi in evidenza. Equilibrio che può rompersi in qualsiasi momento: Azpilicueta - inesauribile - impegna Ederson, risponde Silva con Courtois attento a respingere. Dopo poco più di mezz'ora però arriva una tegola pesante per Conte, che si era scagliato contro la Premier per un calendario insensibile agli impegni europei: Morata si ferma, problema muscolare alla coscia sinistra, il tecnico inserisce subito Willian rinunciando a Batshuayi. Il City prova ad approfittarne, visto il ripiegamento difensivo dei padroni di casa, ma è ancora Courtois a sbarrare la strada ai Citizens opponendosi da campione al colpo di testa di Fernandinho proprio prima dell'intervallo.

DE BRUYNE, LA BRECCIA NEL MURO - Si riparte senza cambi, il City ha in mano psicologicamente la partita e spinge sull'acceleratore ma si trova davanti un ottimo Rudiger e un ancora migliore Christensen: il ventunenne danese dimostra di meritare la fiducia che Conte gli riconosce chiudendo ogni spazio a Gabriel Jesus, usando anche le maniere forti in area. Il Chelsea assorbe l'impatto avversario, in dieci minuti di forcing per gli ospiti arriva solo un tiraccio di Sterling al volo, poi prova la reazione in velocità: Willian e Hazard vengono fermati fallosamente in due ripartenze, Fernandinho si becca il giallo e il belga per poco non sorprende Ederson. Ma l'inerzia della partita non cambia, e a furia di attaccare il City inizia a fare breccia nel muro blu di Stamford Bridge: prima Alonso fa il miracolo respingendo un tiro a botta sicura di Silva, poi è De Bruyne a trovare la crepa nella barricata difensiva dei campioni d'Inghilterra: splendido lo scambio con Gabriel Jesus che porta il belga a scaricare il sinistro dai venti metri, conclusione a incrociare imparabile e Guardiola può esplodere di gioia in panchina. 

PEDRO E BATSHUAYI NON CAMBIANO IL MATCH - Conte, senza più nulla da perdere, se la gioca a viso aperto negli ultimi venti minuti: dentro Pedro e Batshuayi per Hazard, ormai spento, e Bakayoko: 3-4-3 con Fabregas interno di centrocampo. Guardiola risponde con Bernardo Silva e Gundogan per David Silva e Sané. Il finale è di un'intensità incredibile: Rudiger salva sulla linea il destro a botta sicura di Gabriel Jesus, Ederson esce dalla porta come un libero vecchio stampo per intercettare il lancio destinato a Batshuayi, Otamendi rischia l'espulsione per un'entrata da dietro a forbice su Willian e Christensen di testa sfiora il gol che avrebbe coronato una prestazione eccellente, ma alla fine è 0-1 il risultato sui tabelloni di Stamford Bridge. Guardiola riacciuffa Mourinho in testa: il duello di Manchester continua. 

CHELSEA-CITY 0-1: CRONACA, TABELLINO, STATISTICHE

Articoli correlati

Commenti