Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

«Manchester United, l'umore nero di Mourinho contagia staff e giocatori»
© LAPRESSE
Premier League
0

«Manchester United, l'umore nero di Mourinho contagia staff e giocatori»

In Inghilterra scrivono che il tecnico portoghese è scontento per il mercato e per una tournée statunitense in cui non ha potuto portare con sé i big, molti dei quali reduci dai Mondiali

LONDRA - Non è cominciata sotto i migliori auspici la stagione del Manchester United. José Mourinho è scontento per il mercato e per una tournée statunitense in cui non ha potuto portare con sé i big, molti dei quali reduci dai Mondiali: secondo il "Mail on line" "l'umore nero" del manager dei Red Devils "sta coinvolgendo e buttando giù giocatori e staff" presenti negli States che, secondo indiscrezioni, sarebbero "stufi" dell'atteggiamento del portoghese.

L'INQUIETUDINE - Mancano nove giorni alla fine del mercato e Mourinho non ha ancora ricevuto gli acquisti desiderati, un'inquietudine chiaramente dimostrata nei giorni scorsi sia quando ha chiesto il rientro immediato negli Stati Uniti di Anthony Martial, appena diventato papà; sia perché, dopo la debacle con il Liverpool nell'International Champions Cup, ha affermato che "mi piacerebbe avere altri due giocatori, ma forse, se possibile, ne arriverà solo uno. Avevo consegnato al club qualche mese fa una lista con cinque calciatori che mi interessano, spero di averne almeno uno". Nel mirino in particolare Ed Woodward, vicepresidente esecutivo dello United. Un Mourinho insoddisfatto che, inoltre, ha deciso di disertare la conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Real Madrid per l'ICC. (Ha collaborato Italpress).

Vedi tutte le news di Premier League

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti