Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Assalto Napoli: Lemina o Vecino a centrocampo

Assalto Napoli: Lemina o Vecino a centrocampo
© Getty Images

Giuntoli scatenato: ancora spiragli anche per Soriano

Sullo stesso argomento

di Antonio Giordano

venerdì 28 agosto 2015 08:58

NAPOLI - Vive la France: poi, vabbè, si vedrà, conoscendo le pazze dinamiche del mercato, che cancella ciò che sembra autentico un istante prima. Però, per ora, Mario Lemina (22 anni tra tre giorni) s’è staccato dalla banalità, è diventata un’idea che s’ingrossa, ha spazzato via le perplessità, ha spinto Giuntoli a parlarne ancora però a rinviare assalti decisivi e defintivi, perché intanto bisogna concentrarsi (pure) sulle cessioni e la «ribellione» di De Guzman ha alterato i piani o certo li ha sensibilmente modificati. E dunque, la scelta pare orientata: più Lemina di Vecino (24) e Soriano (24), ma guai sbilanciarsi tanto, troppo, avendo avvertito qualche ondeggiamento della Fiorentina e avendo scoperto qualche problema sul trasferimento del sampdoriano in rossonero. Ma è tornata di moda anche la pista Klaassen, centrocampista offensivo dell’Ajax, 22 anni, già seguito l’anno scorso per oltre sei mesi.

NEWS - Ad un certo punto, c’è stata una ventata di ottimismo su Vecino, forse hanno inciso i rapporti De Laurentiis-Della Valle o la possibilità di tentare un approccio più abbordabile: la richiesta del mattino di ieri, 14 milioni, aveva gelato il Napoli; alla sera, qualcosa è mutato. Ma restano sensazioni, per il momento. La tentazione Lemina è andata crescendo, ha convinto, ha persino elettrizzato, avendo il ragazzo - si può dire, lo è per davvero - caratteristiche tecniche e fisiche che sembrano adattarsi alla perfezione al progetto: fa la mezzala, fa il mediano e se serve sa industriarsi anche da play maker; spacca il campo, uno di quelli che s’usa dire capace di trascinarsi nel «box to box». Con l’Olympique Marsiglia i rapporti si sono consolidati nelle ultime settimane, quando i club hanno dialogato su De Guzman, ed il dietro-front non è stato ritenuto (giustamente) offensivo: sono cose che càpitano, soprattutto se la precarietà - come quella nella quale si sono ritrovati i francesi - ti lascia per un po’ senza allenatore. E’ cambiato lo scenario, all’OM, e De Guzman ha smesso di essere una priorità; mentre Lemina ha colpito il Napoli è s’è preso la scena, irrompendo nel finale d’un bimestre caldo, anzi torrido, cominciato acquistando Reina, Valdifiori, Gabriel, Chiriches, Hysaj ed Allan ed ora consumato per cercare di sistemare il colpo finale.

Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Per Approfondire

Commenti