Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Serie A Birindelli esclusivo: «Juventus-Napoli finirà 3-2. Scudetto? Voto per i bianconeri»

Serie A Birindelli esclusivo: «Juventus-Napoli finirà 3-2. Scudetto? Voto per i bianconeri»
© ANSA

L'ex difensore dei bianconeri ha toccato diversi argomenti tra cui il rendimento di Pogba, Dybala e Higuain, ma anche delle differenze tra Sarri ed Allegri.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

venerdì 12 febbraio 2016 14:04

MILANO- Domani sera, alle ore 20:45, allo Juventus Stadium andrà in scena uno spettacolo fantastico. Il Napoli di Sarri, capolista a quota 56 punti, viene da otto vittorie di fila e sfiderà la Juventus di Massimiliano Allegri, seconda a 54 punti, reduce da ben 14 vittorie consecutive. Alessandro Birindelli ha vestito la maglia bianconera per ben 11 stagioni vincendo quattro Scudetti, di cui uno revocato e tre Supercoppe Italiane. In esclusiva per il nostro sito, Birindelli ha parlato del big match che andrà in scena allo Stadium, di Sarri ed Allegri, di Pogba, Dybala ed Higuain, ma soprattutto si è sbilanciato facendo un pronostico sulla partita e su chi vincerà lo Scudetto.

Birindelli, che partita si aspetta domani sera? “Secondo me sarà una bella partita per quello che hanno fatto vedere le due squadre fino a questo momento. Credo che assisteremo ad un grande spettacolo tra le due pretendenti allo Scudetto”.

Chi la spunterà, ci faccia un pronostico: “Difficile fare un pronostico (ride; ndr). Da parte della Juventus credo che ci sia di più l’abitudine ad affrontare certe partite e a gestire la tensione. Dall’altra parte c’è un Napoli che è in forma, gioca bene ed ha entusiasmo. Vedo leggermente avvantaggiato il Napoli anche per una questione di completezza della rosa, visto che Allegri dovrà far fronte a qualche infortunio”.

Quali saranno gli uomini decisivi? “Credo che visto quello che hanno fatto fino a questo punto saranno Higuain da una parte e Dybala dall’altra, che sono anche i giocatori più attesi”.

Quale delle due squadre gioca meglio? “Devo dire la verità: il Napoli mi appassiona molto, ha fantasia e gioca un gran bel calcio, mentre la Juventus è più concreta, cinica, bada più al sodo e al risultato finale. Se devo scegliere una squadra dico il Napoli. Riesce sempre ad aggirare le difese, porta molti uomini in area avversaria, mi piace la filosofia”.

Chi sceglie tra Allegri e Sarri? “Sono entrambi due allenatori eccezionali, ma direi di fare una fusione di tutti e due (sorride; ndr). Io che devo intraprendere questa nuova carriera prenderei qualcosa da entrambi. Da Sarri l’organizzazione di gioco e la filosofia di pensiero, da Allegri la compattezza in fase difensiva e di non possesso e la concretezza”

Come si ponte di fronte alla querelle tra Mancini e Sarri? “Io penso che quello che succede in campo debba rimanere lì. Tutto il dopo è stato eccessivo, non bisognava nemmeno tornarci sopra. In Italia, però, interessano più queste cose che il contenuto della partita”.

Dybala può diventare un fuoriclasse di livello mondiale? “Diciamo che è sulla buona strada. Ogni volta che lo vedo mi meraviglia. Anche se è giovane ha dato continuità alle sue prestazioni, chi era scettico su questa cosa è stato smentito. Dybala è diventato un calciatore fondamentale per la Juventus e se continua così diventerà davvero un fuoriclasse”.

24 gol in 24 presenze, cos’ha da dire su Higuain? “L’argentino ha fatto il passo che gli mancava per diventare uno dei centravanti più forti al mondo. Il rapporto che ha creato Sarri con lui è speciale. L’atteggiamento in campo di Higuain è cambiato, è più presente in fase di costruzione e di non possesso, cosa che prima faceva raramente. I numeri parlano per lui, è un grandissimo attaccante e sta trascinando il Napoli verso traguardi importanti”.

Il rendimento di Pogba non è quello della passata stagione, come se lo spiega? “Pogba, quest’anno è meno appariscente rispetto agli anni passati, gli viene richiesto qualcosa di diverso in campo. Il francese è meno presente in area di rigore e segna meno ma sta facendo un lavoro di grande sacrificio e lo sta facendo con molta abnegazione. Le sue qualità sono indiscutibili e se a fine partita andiamo ad analizzare le statistiche, risulta sempre un giocatore fondamentale”.

Si sbilanci e ci dica chi vincerà domani sera: “Io dico 3-2 per la Juventus all’insegna dello spettacolo”.

Chi vincerà lo Scudetto? “Dico ancora Juventus”.

Chi si prenderà il terzo posto? “C’è una bella lotta per il terzo posto dove Fiorentina, Inter, Roma e Milan si daranno battaglia fino alla fine. Credo che però la spunteranno i giallorossi”.

Articoli correlati

Commenti