Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato Inter, quanti flop! Ecco chi parte e chi resta

Calciomercato Inter, quanti flop! Ecco chi parte e chi resta
© Getty Images

Da Jovetic a Ljajic, da Felipe Melo a Perisic sono tanti i giocatori, voluti da Mancini, che hanno deluso le aspettative e che lasceranno Milano a fine stagione.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

lunedì 29 febbraio 2016 12:16

MILANO-Inter, tanto fumo e niente arrosto. Dopo un primo tempo discreto contro la Juventus, i tifosi nerazzurri avevano ben sperato di uscire dallo Stadium con almeno un punto prezioso e si auguravano di vedere una ripresa tutto carattere e concentrazione ma tutte le loro aspettative sono state ben presto disilluse. L’errore clamoroso di D’Ambrosio ha spalancato la porta a Bonucci che da due metri ha pietrificato l’incolpevole Handanovic. Da quel momento in poi, però, l’Inter non ha mai avuto, se non nei cinque minuti finali, l’orgoglio per andare a recuperare la partita. Una mancanza di personalità preoccupante da parte di una squadra che al 6 di gennaio era in vetta alla classifica. Cosa può essere cambiato nel giro di 54 giorni?

DELUSIONI- Sono quattro i giocatori che più di tutti hanno deluso le aspettative in questa stagione: 1) Stevan Jovetic, arrivato in prestito oneroso con obbligo di riscatto a 14,5 milioni di euro, che si verificherà solo se il montenegrino scenderà in campo anche solo una volta nel 2016-17. L’Inter naturalmente non eserciterà tale diritto e l’ex Fiorentina farà ritorno al Manchester City. 2) Ivan Perisic è stato corteggiato per tanto tempo e dopo un lungo tira e molla con il Wolfsburg, Ausilio ha affondato il colpo decisivo portando il croato alla corte di Mancini che l’ha fortemente voluto. Fino a questo momento il classe 89 non ha per niente giustificato l’investimento da 16 milioni di euro fatto dalla società in estate. 3) Felipe Melo doveva essere l’uomo fidato di Roberto Mancini, il calciatore d’esperienza che con il suo carattere e temperamento poteva e doveva dare una mano alla squadra: questo tipo di giocatore si è intravisto solo in parte e dopo la sfida contro la Lazio in cui perse la testa causando il rigore e facendosi espellere è sparito dai radar nerazzurri. 4) Geoffrey Kondogbia: per il francese sono stati investiti 31 milioni di euro più bonus. Per l’ex Monaco l’Inter ha vinto la concorrenza del Milan ma al momento i risultati sono negativi. L’unica attenuante è che il classe 93 ha fatto intravedere di avere del potenziale e dunque merita, per la giovane età, di essere giudicato a pieno nella prossima stagione.

CHI PARTE- Saranno molti i calciatori dell’Inter che diranno addio a fine stagione: da Jovetic a Ljajic, passando da Juan Jesus a Brozovic fino ad arrivare a Felipe Melo e a Santon, ma non è finita qui. Come detto Jovetic non sarà riscattato e come lui Adem Ljajic per cui la Roma pretende per il suo cartellino la bellezza di 11 milioni di euro. Juan Jesus è un altro giocatore con le valige in mano e con lui bisognerà piazzare anche Ranocchia che tornerà dal prestito alla Sampdoria ma saluterà la compagnia. Sugli esterni, D’Ambrosio e Santon con le offerte adeguate lasceranno Appiano Gentile, mentre su Alex Telles Ausilio farà un tentativo per limare il prezzo sul riscatto con il Galatasaray. Biabiany, arrivato a parametro zero sarà ceduto, magari come contropartita per arrivare a qualche giocatore e come lui saluteranno, in prestito, i giovani Gnoukouri e Manaj. In mezzo al campo andrà via anche Felipe Melo ed è in bilico anche Gary Medel richiesto dal Boca Juniors. Marcelo Brozovic è corteggiato dall’Arsenal che è disposto a mettere sul piatto almeno 20 milioni di euro. L’Inter non vorrebbe privarsi del talento croato ma il classe 92 è uno dei pochi a poter portare denaro fresco nelle casse societarie. Anche Perisic è in bilico e se dovesse arrivare un’offerta ritenuta congrua lascerà l’Inter.

CHI RESTA- In pochi sono certi di restare all’Inter: in primis Samir Handanovic per cui la società, visto le ottime prestazioni, ha fatto lo sforzo di allungargli il contratto fino al 30 giugno del 2019. Yuto Nagatomo è ormai uno dei veterani dell’Inter e vista la sua duttilità dovrebbe restare. Joao Miranda e Jeison Murillo sono stati due colpi in casa nerazzurra e tali devono essere considerati. Qualche errore c’è stato ma il loro rendimento è stato quasi sempre ottimale. A meno che di offerte irrinunciabili entrambi rimarranno per la ricostruzione. In mezzo al campo resterà anche Kondogbia che ieri sera contro la Juventus a tratti ha dato segnali di ripresa facendo intravedere qualcosa di buono. In attacco gli unici sicuri di restare sono Palacio, uno dei pochi a salvarsi contro la Juventus ed Eder per cui la società ha fatto un investimento importante a fine gennaio. Infine, c’è il capitano, Mauro Icardi. Il classe 93 ha giurato fedeltà ai colori nerazzurri ma la sua eventuale partenza porterebbe in dote almeno 40 milioni di euro. Il tutto, però, sarà rimandato a fine stagione quando si capirà se l’Inter disputerà la Champions League o l’Europa League.

Articoli correlati

Commenti