Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato Inter: ecco il profilo di Joao Mario

Calciomercato Inter: ecco il profilo di Joao Mario
© EPA

Il centrocampista portoghese, classe 93, è da tempo nel mirino dei nerazzurri che sono pronti a sferrare l'attacco decisivo per prelevarlo dallo Sporting Lisbona.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

giovedì 11 agosto 2016 14:49

MILANO- Joao Mario è stato uno dei grandi protagonisti del Portogallo di Fernando Santos, che si è laureato campione d’Europa battendo in finale i padroni di casa della Francia di Didier Deschamps. Il centrocampista classe 93 è valutato una cifra altissima dallo Sporting Lisbona: 60 milioni di euro, ovvero il valore della sua clausola rescissoria. L’Inter, attraverso il suo agente, Kia Joorabchian proverà a chiudere per una cifra vicina ai 35 milioni di euro, comprensivi di bonus.

LA CARRIERA- Joao Mario cresce nelle giovanili del Porto ma a 11 anni, nel 2004, passa allo Sporting Lisbona. Fa il suo esordio in prima squadra nel 2011 ma nel giro di due stagioni mette insieme solo 2 presenze in campionato e una in Europa League. Nel gennaio del 2014 passa in prestito al Vitoria Setubal con cui gioca 16 partite complessive e torna alla base a fine stagione più consapevole dei propri mezzi. Nelle ultime due stagioni in maglia biancoverde mette a segno 14 reti in 90 presenze e vince una Coppa di Portogallo e una Supercoppa di Portogallo.

ICARDI, L'INTER NON CEDE

CARATTERISTICHE TECNICHE- Il 23enne nato a Porto piace per la sua grande duttilità, visto che non è solo un calciatore di sostanza ma è dotato di ottima tecnica e capacità di inserimento. Può agire sia da mediano, che da mezz’ala, ma anche da trequartista vista la buona visione di gioco. Joao Mario è un giocatore che ama andare a rete e lo testimoniano le 14 reti messe a segno in due anni con lo Sporting Lisbona. Il portoghese sarebbe una pedina molto valida per il centrocampo dell’Inter e per de Boer che avrebbe così ulteriori alternative nella zona nevralgica del campo.

Articoli correlati

Commenti