Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, Napoli stregato da Conti: si tratta con l'Atalanta 

Calciomercato, Napoli stregato da Conti: si tratta con l'Atalanta 
© ANSA

Difensore esterno di talento, ha corsa, fisico e l’identikit giusto per ricoprire il ruolo nel futuro

Sullo stesso argomento

di Antonio Giordano

mercoledì 18 gennaio 2017 10:00

NAPOLI - Ma come si rinforza una squadra ch’è già forte, che ha la meglio gioventù, che sembra non racchiuda in sé nessun difetto di costituzione, che può guardare al futuro con simpatia e persino ottimismo? E dove s’interviene su un Napoli che ha difensori ancora in tenera età (calcistica), centrocampisti appena maggiorenni e attaccanti di uno spessore così rilevante e nel pieno della loro maturità? Il mercato è un desiderio di massa, talvolta l’insana voglia di assaporare il gusto del nuovo: tentazioni dalle quali il Napoli non s’è lasciato contagiare, perché comprare per il semplice piacere di farlo non rientra nei piani della società. Però verrà giugno e si ripartirà e nessuno potrà prevedere cosa accadrà, nel prossimo semestre - ed anche in questi quindici giorni scarsi che restano.

Notizie calciomercato

DIFESA - Ricapitolando, semplicemente: Reina è una certezza, e fa niente se ha qualche annetto sulle spalle; semmai s’intravede una sagoma alle sue spalle, per garantirsi poi la successione: Casteels (25) del Wolfsburg è una idea che rimane lì, vibra, viene valutata, studiata. Ma l’organico è ridondante, ha molto più di un quinquennio davanti a sé (tranne in Albiol, che però ne ha 32): poi ci sono Hysaj (23), Maksimovic (26 a novembre, ma a novembre), Koulibaly (26 a giugno), Chiriches (28 a novembre), Ghoulam (26), Tonelli (27), Strinic (30 a luglio) e Maggio (35). C’è dunque un’esigenza, anagrafica, d’intervenire sulle corsie, per assicurarsi «longevità»: Andrea Conti (23 a marzo) è stato individuato come fluidificante di talento e di fisico, di corsa e di interpretazione tattica. Il Napoli e l’Atalanta hanno avuto modo di parlarne in epoche non sospette e lo faranno ancora, perché i rapporti tra De Laurentiis e Percassi sono di stima reciproca e il dialogo è sempre stato fertile.

Leggi l'articolo completo sul CorrieredelloSport-Stadio in edicola

VIDEO: De Laurentiis su Maradona

Articoli correlati

Commenti