Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Inter, Zanetti: «Prendiamo top player e torniamo in Champions»

Inter, Zanetti: «Prendiamo top player e torniamo in Champions»
© Getty Images

Il vicepresidente sul mercato della squadra: «L'idea è prendere giocatori funzionali alle idee del nostro nuovo allenatore Spalletti che è un grande allenatore di esperienza»

 

lunedì 17 luglio 2017 23:21

MILANO - «Abbiamo un’idea molto chiara ed è quella di avere per il prossimo campionato una squadra competitiva, principalmente per la Serie A e poi per tornare in Champions». Così il vice-presidente dell'Inter, Javier Zanetti, parla del futuro della squadra nerazzurra in una lunga intervista a TyCSports. «L’idea - prosegue il dirigente dell'Inter - è prendere giocatori funzionali alle idee del nostro nuovo allenatore Spalletti che è un grande allenatore di esperienza. Avere un progetto, una programmazione, una strategia che possa permetterci di tornare in Europa a fine stagione. Bisogna rinforzare la squadra con giocatori che devono alzare il livello di questa squadra».

ICARDI – «Icardi e la Nazionale? Penso che Mauro stia facendo molto bene all’Inter da vari anni, meritava una opportunità, non ha potuto giocare tutte le partite con l’Argentina per l’infortunio subito nell’ultima partita all’Inter. Ora può dimostrare in Nazionale di essere il grande giocatore che è e che può essere utile alla Nazionale, abbiamo una grande materia prima. Icardi era contento per la convocazione perché ha avuto questa possibilità, sperava in questo e per fortuna è arrivata. Adesso dovrà affrontare la stagione con la grinta che tiene principalmente facendo bene nell’Inter poi senza dubbio per l’Argentina. Infortunio Icardi in Nazionale? Serve intelligenza e buona fede da entrambe le parti, se lo staff medico della nazionale ritiene che possa giocare, ok bisogna avere fiducia. Quando un giocatore è infortunato ed è convocato è giusto che lui vada in ritiro e che venga visitato dallo staff medico. Poi loro decideranno cosa fare».

MARADONA-DANI ALVES«Dani Alves è un mostro, come lo era Maicon quando giocava con noi, come Roberto Carlos, Cafù. Sono giocatori determinanti. Quando avevamo Maicon molte volte avevamo partite molto difficili e lui era letale e abbiamo ottenuto molti punti grazie a lui».

NAZIONALE ARGENTINA – «Come esterno mi piace Peruzzi, ha la capacità di difendere e di attaccare e di farlo sempre nel momento giusto. Sampaoli ha chiaro i giocatori che ha in questo ruolo. l’Argentina, lo ripeto, ha molta materia prima, Sampaoli sceglierà il meglio per questa posizione, i giocatori più funzionali per la squadra».

ARGENTINI PER L’INTER – «Calciatori argentini che mi piacerebbero per l’Inter? Se dico un nome automaticamente la notizia arriva in Italia. Comunque sì, ci sono giocatori che mi piacciono. Il calciatore argentino in Italia, in Europa, piace molto per la capacità che ha di adattarsi e per quello che può dare sia dentro che fuori il campo».

MOURINHO E SIMEONE – «Se ho parlato con Mourinho per farlo tornare all’Inter? No no, non ho parlato. Ho una buon rapporto, ci parlo, ma non l’ho sentito. Difficoltà nel vedere tecnici argentini in Italia negli ultimi anni? No, credo che siano momenti. Gli allenatori argentini sono molto capaci. Noi in questo momento abbiamo un grande allenatore che è Spalletti che è italiano e fa un grande lavoro. la cosa fondamentale è che l’Inter possa tornare a lottare per cose importanti perché lo vogliamo. In futuro si vedrà ma credo che in questo momento il nostro tecnico ideale sia Spalletti. Simeone? Lo seguo per quello che ha fatto, quello che sta facendo all’Atletico è meritato. In questo momento è concentrato sul suo ruolo lì, lo vedo con un futuro in questa istituzione per quello che rappresenta per questo club. All’Inter dopo il suo contratto con l’Atletico? Guarda, sono sincero. Parlare di questo ora sarebbe irrispettoso per l’attuale tecnico. Oggi siamo concentrati sul progetto con Spalletti che potrà essere di lungo corso perché vorrà dire che l’Inter è tornata a vincere».

ALARIO – «Si è parlato tantissimo, non solo per l’Inter ma in generale in Europa. E’ un giocatore che sta facendo tanti gol, è molto funzionale alla squadra. Non posso dire in questo momento ma sicuramente è un giocatore che avrà un futuro in Europa».

Ultime notizie sull'Inter

Articoli correlati

Commenti