Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato Napoli: non solo Vrsaljko, per la fascia c'è anche Martin

Calciomercato Napoli: non solo Vrsaljko, per la fascia c'è anche Martin
© Getty Images

Il talento dell’Espanyol nel taccuino di Giuntoli. Terzino sinistro, veloce, tecnico: costa 25 milioni

Sullo stesso argomento

di Antonio Giordano

sabato 18 novembre 2017 09:11

CASTEL VOLTURNO - Madrid o Barcellona, il Prado o la Sagrada Familia, il «Wanda Metropolitano» o il «Cornellà- El Prat»: il «turismo» (calcistico) più sfrenato conduce, dritto, al cuore della Spagna, persi tra la Capitale e la Catalogna, tra un Mondo e un altro, tra corsie affollatissime nelle quali sfrecciano terzini fluidificanti. E’ il mercato, ladies and gentlmen (damas y caballeros; señoras y señores) e quel che capita rientra nella normalità, perché il chiacchiericcio introduce al bollente inverno che andrà in qualche modo attraversato. Tanto s’è scritto ed altrettanto accadrà e per orientarsi in un senso (di marcia) o nell’altro, per provare a capire dove il Napoli voglia andare a finire, val la pena di affidarsi ad un riassunto delle puntate precedenti, partendo (ovviamente) dall’ultima.

MERTENS: «IO, NAPOLETANO DA SEMPRE»

ESPANYOL - Aaron Martin ha appena venti anni, è un talento che ormai gravita nell’orbita dell’Under 21 spagnola, gioca a Barcellona, nell’Espanyol ed è finito (pure lui) nel taccuino di Cristiano Giuntoli: per i colleghi iberici è una pista, quella nuova, e le frasi di Jordi Lardin ad As («la cifra giusta per venderlo sarebbe tra i venticinque ed i trenta milioni ») sa di strategia futura per aprirsi al mercato. L’idea è plausibile, nonostante la richiestona, ma Aaron Martin Caricol è poco più che un bambino, è titolare da due stagioni, ha la faccia da bravo figlio e l’intraprendenza d’uno scugnizzo. Poi, sui soldi, si sa, ci sono sempre tempi e modi per trovare un accordo.

ATLETICO - Ma chi rimane il favorito è Sime Vrsaljko, per una serie d’argomenti che sono di facile lettura: certo, ha qualche anno in più (26 a gennaio), però ha un valore più abbordabile (si parla di una ventina di milioni), sa tutto ciò che c’è da sapere del calcio italiano e dunque non ha bisogno di integrarsi, avrebbe un connazionale - Rog - che lo introdurrebbe rapidamente e poi sa giocare a destra ed a sinistra. Insomma, paghi uno e compri due....

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport

Articoli correlati

Commenti