Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

L'operaio della Fiat: «Noi senza aumenti da 10 anni: CR7 alla Juventus sarebbe vergognoso»
Calciomercato
0

L'operaio della Fiat: «Noi senza aumenti da 10 anni: CR7 alla Juventus sarebbe vergognoso»

Mentre in tutta Italia impazza la 'Ronaldo-mania' e i tifosi bianconeri sono tutti con il fiato sospeso si alza anche qualche voce "fuori dal coro"

ROMA - Social impazziti, tifosi della Juventus con il fiato sospeso e quelli delle altre squadre preoccupati da una parte ma anche incuriositi dagli effetti che Cristiano Ronaldo potrebbe avere sulla Serie A. Eppure c'è anche qualche voce "fuori dal coro" in questi giorni in cui l'Italia è in balia della "CR7-mania". Una di queste è quella di Gerardo Giannone, operaio Fca dello stabilimento di Pomigliano D’Arco («sono 18 anni che lavoro in Fiat») che ha manifestato la sua indignazione all'agenzia Dire: «Dopo Higuain, pure Cristiano Ronaldo? È una vergogna. Gli operai della Fiat non hanno un aumento di paga base da 10 anni e tutti gli stabilimenti sono in cig. A Cassino stanno fermi per 5 gironi, a Pomigliano lavoriamo 11-12 giorni in un mese e si ferma pure Brugliasco».

Ecco così che fa impressoine sentir parlare di uno stipendio da 30 milioni netti a stagione che attende CR7 alla Juventus«Con il suo stipendio si potrebbero dare 200 euro di aumento a tutti i dipendenti. In questi 10 anni abbiamo perso il 10,7% di inflazione, mai recuperato e la Fca spende 126 milioni di euro annuali di sponsorizzazione, 26,5 solo per la Juve. Lo scorso anno hanno fatturato oltre 20 miliardi di euro e poi si perdono per un pagamento contrattuale che non danno da 10 anni. E ora dopo Higuain pensano di prendere Ronaldo. È vergognoso, anche che nessuno abbia detto una parola».

Gianluca Vacchi e Cristiano Ronaldo in giro per Madrid sulla Bugatti Veyron

Vedi tutte le news di Calciomercato

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina