Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Champions League, Dinamo Kiev-Manchester City 1-3: Citizens a un passo dai quarti

Champions League, Dinamo Kiev-Manchester City 1-3: Citizens a un passo dai quarti
© REUTERS

Nel match di ritorno, alla squadra di Rebrov, servirà il miracolo. Di Aguero, David Silva e Yaya Touré le reti

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 24 febbraio 2016 22:28

KIEV (UCRAINA) - Il Manchester City torna dall'Olimpico di Kiev con una secca vittoria, 3-1. La squadra di Pellegrini si è portata sul doppio vantaggio grazie alle reti di Aguero e Silva, poi ha subito l'orgoglio della Dinamo di Rebrov che ha prima accorciato le distanze con Buyalskiy e poi sfiorato il possibile 2-2. Ci ha pensato il gol d'antologia di Yaya Touré a chiudere definitivamente (o quasi) ogni discorso qualificazione.

DOPPIO CITY - La prima chance è per i padroni di casa e arriva al 5’ con Yarmolenko, la cui conclusione – indirizzata sotto la traversa - è deviata in corner da Hart. Il City fatica ad entrare in partita fino a quando l’incantesimo viene spezzato dal solito Aguero che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, deposita elegantemente in rete l’ottima sponda di Yaya Touré (15’), portando in vantaggio i Citizens. La Dinamo, è bene ricordare che non giocava una partita ufficiale dallo scorso dicembre, sembra accusare il colpo e al 40’ si trova già sotto di due reti: il 2-0 porta la firma di David Silva che deve soltanto spingere alle spalle di Shovkovsky il pallone di Sterling dalla sinistra. Due minuti più tardi ancora il Kun sfiora la doppietta personale e il possibile 3-0 della squadra di Pellegrini, con una conclusione che lambisce il secondo palo. Sembra essere definitivamente sparito dal campo l’undici della leggenda Rebrov (gemello del gol insieme a Sheva, questa sera in tribuna, nella Dinamo del colonnello Lobanovskyi) perché è il City a fare (e addormentare) il match.

YAYA, CHE GOL! - Alla ribalta l’orgoglio ucraino all’inizio della ripresa. Dopo l’occasione capitata al solito Yarmolenko (il tentativo sul secondo palo termina di poco fuori), ci pensa Buyalskiy ad accorciare le distanze al 58’: Otamendi allontana di testa, la sfera arriva al centrocampista che – complice la deviazione del centrale argentino – beffa Hart. A un quarto d’ora dal termine Aguero manca l’impatto da una posizione insidiosissima e il senso della posizione di Shovkovsky evita il tris. Così come Hart, nella situazione inversa: il portiere inglese si distende per neutralizzare ancora una volta la girata dell’autore della rete. Yaya Touré manda su tutte le furie i tifosi perché spreca un colpo di testa a due passi dalla linea di porta (82’), ma trova giusto il tempo per farsi perdonare nel finale con un capolavoro: sinistro a giro sul secondo palo. All'Etihad sarà una formalità.

DINAMO KIEV-MANCHESTER CITY 1-3: STATISTICHE E TABELLINO

Articoli correlati

Commenti