Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Champions League Juventus, Chiellini: «Triplete? È giusto che i tifosi sognino»

Champions League Juventus, Chiellini: «Triplete? È giusto che i tifosi sognino»
© ANSA

Il difensore alla vigilia del ritorno con il Monaco: «Lo affronteremo come fosse una finale»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 8 maggio 2017 19:28

TORINO - Giorgio Chiellini mette in guardia la Juvetus dal Monaco, nonostante il 2-0 del Lous II di neanche una settimana fa nell'andata delle semifinali di Champions League. "Il Monaco è una squadra molto forte che all'andata ci ha creato qualche grattacapo, la affronteremo come fosse una finale, sperando di segnare il prima possibile il gol che ci metterebbe al sicuro".

Allegri carica la Juve: «Con 95' siamo a Cardiff»

BOMBER A CONFRONTO - "Falcao e Mbappé? Mix di esperienza e gioventù di livello altissimo, a fine partita eravamo veramente provati. Dybala e Higuain? Paulo ha fatto grandi progressi, insieme a Pogba l'anno scorso è stato il nostro uomo decisivo. Quest'anno ha fatto uno step in più, consacrandosi come una delle più grandi promesse del calcio mondiale dopo i mostri sacri che tutti conosciamo. La differenza com Mbappé? Dybala è un giocatore di raccordo, il francese è più attaccante, si esalta nella profondità: i suoi numeri lo dimostrano, ha fatto più gol che presenze negli ultimi mesi. Numeri impressionati in generale, figuriamoci per uno nato nel dicembre del 1998. Quanto a Gonzalo, invece, è la più grande sorpresa: mi aspettavo una persona diversa, per lui il gol viene sempre dopo i risultati. Per un attaccante con i suoi numeri non è una cosa scontata. Le sue qualità? Riesce sempre a farsi trovare libero in area di rigore, non certo per colpa dei difensori. In più è uno che dà una grossa mano alla squadra, rientrando molto".

SETTIMANA DECISIVA - "Siamo consapevoli che arriviamo in una settimana decisiva per tutta la stagione o quasi, siamo pronti, abbiamo solo un paio di infortunati, per il resto stiamo tutti bene. Abbiamo tanta voglia di raccogliere dopo aver seminato in questi mesi. In questi due anni, rispetto alla finale persa nel 2015 la squadra è cambiata in 8/11 ed è cresciuta la consapevolezza nei nostri mezzi, oltre a essere più abituata a giocare queste partite. Lo scudetto? Noi facciamo la corsa su noi stessi, sabato scorso o domenica prossima poco importa, l'importante è averlo vinto alla fine. E sono sicuro che ci riusciremo. Triplete? È giusto che lo sognino i tifosi, ma per come sono fatto io non ci penso: il segreto di ogni grande squadra è pensare di partita in partita. Il primo obiettivo è andare a Cardiff, poi penseremo allo scudetto e alla Coppa Italia".  

CASO RAI-BENATIA - "Spero che in futuro non si parli più di razzismo, ma di quanto sono bravi o meno i vari Chiellini, Muntari o Benatia. Tuttavia, è giusto e spero che chi ha sbagliato paghi".

Buffon e il sogno Champions: «Sarebbe la gioia più grande»

Articoli correlati

Commenti