Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Juventus, Pochettino attacca Agnelli e Marotta: pressioni sull'arbitro

Juventus, Pochettino attacca Agnelli e Marotta: pressioni sull'arbitro
© EPA

Il tecnico del Tottenham torna sull'eliminazione subita in Champions League da parte dei bianconeri, accusando il club campione d'Italia di aver condizionato il direttore di gara

 

venerdì 9 marzo 2018 18:08

ROMA - «Volevo solo provare a spiegare che una squadra come la Juventus ci ha dato una grande lezione su come comportarsi in queste situazioni. Prima della gara c'era Agnelli e dopo c'erano Agnelli, Marotta e altre persone. Ho visto nel primo tempo come hanno messo pressione all'arbitro, alla fine c'erano due rigori nel primo tempo, due falli di mano, forse c'era il rigore di Vertonghen ma alla fine le cose si bilanciano. Questi sono piccoli dettagli che alla fine contano molto». Così Mauricio Pochettino torna sull'eliminazione subita dal suo Tottenham in Champions League da parte della Juventus, vittoriosa 2-1 a Wembley dopo il 2-2 dell'andata a Torino. 

LA JUVE FA TUTTO PER VINCERE - «Alla Juventus sono specialisti, sono abituati a vincere e mettere pressione all'arbitro. Sono abituati ad avere il loro proprietario nel corridoio, nel tunnel prima e durante la partita, è un club che ha una cultura in base alla quale la società fa di tutto per aiutare la squadra sul campo. E' una partita di grande importanza che dobbiamo imparare a giocare non solo sul campo, ma anche fuori. Sono due partite separate. Poi, certo, giocatori come Buffon o Chiellini, gente con esperienza di Champions in ogni stagione, con due finali in tre anni, sanno dare qualcosa in più».

Articoli correlati

Commenti