Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Coppa Italia

Vedi Tutte
Coppa Italia

Coppa Italia, Lazio-Milan 0-0 (4-5 d.c.r.): Gattuso in finale con la Juventus

Coppa Italia, Lazio-Milan 0-0 (4-5 d.c.r.): Gattuso in finale con la Juventus
© LAPRESSE

Decisivi i calci di rigore all'Olimpico: Luiz Felipe sbaglia, Romagnoli segna quello decisivo

Sullo stesso argomento

di Davide Palliggiano

mercoledì 28 febbraio 2018 23:41

ROMA - Uno scherzo del destino in una notte infinita. Il Milan va in finale di Coppa Italia e ringrazia quel laziale doc di Alessio Romagnoli, che trasforma il rigore decisivo dopo 120 minuti di battaglia, ma finiti sullo 0-0. Ci sono voluti 14 rigori, molti dei quali parati da Donnarumma e Strakosha, non quello dell'ex difensore della Roma, che non sbaglia dopo l'errore di Luiz Felipe e manda il Milan in finale (9 maggio) contro la Juve. Ancora una volta all'Olimpico, quello stadio che i rossoneri di Gattuso hanno violato due volte in tre giorni.

Lazio-Milan 0-0 (4-5 d.c.r.): statistiche e tabellino

MEGLIO LA LAZIO - Tanta Lazio nel primo tempo, ma anche il Milan ha un paio di buone occasioni per colpire. La prima, però, è per la Lazio e Immobile, che con un colpo di testa impegna Donnarumma a un bel volo plastico. Il Milan rischia anche al 18', quando Rodriguez - in un raptus di follia - effettua un passaggio orizzontale regalando di fatto il pallone a Milinkovic: il serbo, però, sfiora soltanto il palo alla sinistra di Donnarumma. 

REAZIONE MILAN - Un minuto dopo ecco il Milan. O meglio, ecco Suso, che si inventa un dribbling su Leiva e poi impegna Strakosha dalla distanza. La Lazio prova a farsi male da sola su azione di corner del Milan, una carambola tra i difensori rischia di favorire Cutrone, che da pochi passi ha l'istinto di colpire il pallone, ma non la scaltrezza di inquadrare la porta. Il buon momento rossonero viene poi suggellato da un tiro dalla distanza di Calhanoglu che si spegne alto sulla traversa (30'). Dopo il triplice rischio, la Lazio si scuote. Donnarumma rischia una mega-frittata quando battezza fuori e lascia scivolare sul fondo un lancio lungo di Leiva: Immobile si fionda, ma da posizione defilata non inquadra la porta. Il neo 19enne portiere rossonero, però, si riscatta pochi minuti dopo, quando nega il gol a Immobile, pescato in area da un colpo di tacco da standing ovation di Luis Alberto. 

POCHE EMOZIONI - La ripresa è tutt'altra cosa. Le squadre sono più accorte e si difendono senza fronzoli: le occasioni sono pochissime, tutte per il Milan. Strakosha è prima attento su un tiro deviato di Calhanoglu, poi si supera sul destro a incrociare di Calabria al 56'. Ancora Calhanoglu, il migliore dei suoi, ci prova di sinistro da posizione defilata, ma senza trovare lo specchio. Inzaghi nota una certa stanchezza nei suoi e mette dentro Felipe Anderson per Luis Alberto, poi Luiz Felipe per Caceres. Gattuso risponde con Kalinic per Cutrone al 70'. Ma le squadre sono troppo attente a non prendere gol e la partita, inevitabilmente, va ai supplementari.

SUPPLEMENTARI - Entra Lukaku per Marusic e Montolivo per Kessie. Si fa vedere il Milan con Calhanoglu al 98', punizione deviata da Lulic e poi da Strakosha in corner. Poi Romagnoli non approfitta di un'uscita stentata del portiere albanese (frenato da Kalinic) e di testa mette fuori da due metri. Il difensore rossonero, però, è fenomenale nel chiudere su Milinkovic lanciato a rete a inizio secondo tempo supplementare, nel quale entra anche Borini per un esausto Suso.

KALINIC, CHE ERRORE! - La migliore occasione della partita arriva al 118': il Milan, trascinato da un Bonucci al limite della perfezione, parte in contropiede e Kalinic si ritrova tutto solo davanti a Strakosha. Il croato, però, tira incredibilmente alle stelle da posizione centrale e con il portiere biancoceleste già a terra.

LUIZ FELIPE SBAGLIA, ROMAGNOLI NO - Si va ai rigori ad oltranza. Il 13° lo sbaglia Luiz Felipe, il 14° lo segna Romagnoli, spiazzando Strakosha. Il difensore (tifoso biancoceleste) non esulta, ma manda il Milan in finale.

SEQUENZA RIGORI

Lazio - Immobile: gol

Milan - Rodriguez: parato

Lazio - Milinkovic: parato

Milan - Montolivo: parato

Lazio - Leiva: parato

Milan - Bonaventura: gol

Lazio - Parolo: gol

Milan - Borini: gol

Lazio - Felipe Anderson: gol

Milan - Bonucci: gol

Lazio - Lulic: gol

Milan - Calhanoglu: gol

Lazio - Luiz Felipe: alto

Milan - Romagnoli: gol

Articoli correlati

Commenti