Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sampdoria-Milan, Gattuso: «Higuain? Lo terrei a casa mia ma non so cosa accadrà»
© LAPRESSE
Coppa Italia
0

Sampdoria-Milan, Gattuso: «Higuain? Lo terrei a casa mia ma non so cosa accadrà»

Il tecnico rossonero parla dopo la vittoria in Coppa Italia: «Paquetà? Va lasciato tranquillo. Mi è piaciuta la difesa» 

GENOVA - Vittoria esterna per il Milan sul campo della Sampdoria in occasione dell'ottavo di finale di Coppa Italia. I rossoneri passano ai quarti grazie alla doppietta di Cutrone ai supplementari dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari.

LE PAROLE DI GATTUSO - Il Milan vince 2-0 contro la Sampdoria e ottiene la qualificazione al prossimo turno della coppa nazionale. Gattuso non nasconde la soddisfazione in conferenza stampa: "E' stata una partita come piace a me. Patrick non segnava fuori casa da quasi un anno e siamo contenti. Reina è un portiere che non invento io. Sono contento della prestazione che abbiamo fatto". Il tecnico analizza la prestazione dei rossoneri: "Ci sono partite in cui si fa fatica. Oggi Cutrone e Conti ci hanno dato qualità. Sapevamo che non era facile giocare contro questa Sampdoria. Mi è piaciuta la difesa. È stata una partita gagliarda. Sono contento per come ho visto i ragazzi aiutarsi, è stata una prestazione positiva".

CASO HIGUAIN - Il Pipita è uno dei protagonisti del mercato invernale ed è accostato al Chelsea. Queste le parole di Gattuso sul centravanti argentino: "La testa è del giocatore, non è la mia. La cosa più importante è, quando parli con uomini, è guardarsi negli occhi e dirsi la verità. Non ho capito bene quali sono i malumori di Higuain, perchè vedo un ragazzo contento, coinvolto nello spogliatoio. Vediamo cosa succederà, magari con un gol facendoci alzare un trofeo. Se dipendesse da me lo terrei a casa mia e gli darei da mangiare tenendolo da me".

SU PAQUETA' - L'allenatore della formazione milanese giudica anche la prestazione del nuovo arrivato Paquetà: "Penso che abbia fatto una buona partita nel primo tempo, ma veniva sempre a palleggiare. Ci ha dato respiro nel secondo tempo e lui andava a giocare l'uno contro uno e ci ha dato una grossa mano. Ha i tempi. Ieri ho detto che è un brasiliano atipico. E' molto preparato tatticamente, è una spugna, assorbe tutto. Ha avuto grande voglia e veemenza. Ha grandi margini di miglioramento. Va lasciato tranquillo, non vanno fatti paragoni con Kakà, Cerezo o nessun altro". Poi, su Calhanoglu: "Ha fatto fatica quando la Sampdoria ci ha schiacciato. Da due mesi a questa parte nè Leonardo nè Gazidis nè nessuno di questa società mi è venuto a dire che Calhanoglu dev'essere sacrificato


PARLA CUTRONE - "Sono contentissimo, soprattutto di aver passato il turno. Non è stata una bella partita ma sono felice di aver aiutato i miei compagni a passare il turno. Finale di Supercoppa con la Juventus? Stiamo tutti bene. Le finali si preparano, non si descrivono e noi cercheremo di prepararla al meglio" sono le parole di Patrick Cutrone, protagonista della gara con la doppietta decisiva ai supplementari, al termine dell'incontro.

Vedi tutte le news di Coppa Italia

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti