Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato Napoli, Widmer, Pereyra e Witsel: l’ora del sì

Calciomercato Napoli, Widmer, Pereyra e Witsel: l’ora del sì
© EPA

Gli accordi con le rispettive società già ci sono, adesso i tre calciatori devono sciogliere la riserva e firmare

 

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Furio Fedele

lunedì 11 luglio 2016 12:19

DIMARO-FOLGARIDA - Inizia una settimana davvero magica per il Napoli che da ieri ha salutato il ritorno in Italia da Los Angeles del presidente Aurelio De Laurentiis. A partire da oggi qualsiasi giorno è quello giusto per almeno tre «colpi», tre annunci che faranno la felicità di Sarri e dei tifosi azzurri. Witsel dovrà sciogliere la riserva per dare il suo assenso. Così come Pereyra e Widmer. All’orizzonte è sempre ben delineata la figura di Candreva. Questi 4 giocatori potranno cambiare in maniera totale il volto del Napoli aumentando in maniera considerevole il numero dei titolari a disposizione di Sarri.

TUTTO SUL NAPOLI - CALCIOMERCATO LIVE

HAMSIK - Ma ieri, però, la quiete di Dimaro è stata scossa dalle dichiarazioni che sono giunte dalla Slovacchia. Dove Hamsik, ma soprattutto suo padre hanno in qualche modo voluto mandare un messaggio forte e chiaro al Napoli. In occasione di un evento per giovani calciatori a Banská Bystrica, Hamsik ha parlato del suo futuro al portale slovacco Zivot. «La mia priorità è il Napoli, ma ora penso solo a rilassarmi. Poi vedremo» ha detto. I suoi due figli indossavano le maglie di Liverpool e Real Madrid. Qualcuno, scherzando, ha chiesto se potessero rappresentare altrettanti indizi di mercato. «No, non vuol dire nulla... A casa abbiamo una cinquantina di maglie diverse - ha puntualizzato -. Il Bayern Monaco? Sì, l'interesse c'era ma non si è concretizzato. Non è vero che ho rifiutato la loro offerta, queste scelte non dipendono solo da me».

PROBLEMA - Ma il padre di Marek, Richard, sempre al portale Zivot ha detto che «le voci di mercato non mancano, ma non sempre è vero ciò che si scrive. Marek dice sempre che il Napoli è il club che ama e che vorrebbe chiudere la sua carriera in azzurro, ma non è ancora sicuro che accada». Il problema è legato al rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno 2018. «Se ci sarà volontà di valutare Marek come merita resteremo a Napoli - ha detto Ruchard - in caso contrario si penserà ad altre offerte. È vero che i tifosi in caso di cessione non lo perdonerebbero mai, ma loro possono avere una visione completamente diversa delle cose». Il padre ha svelato anche la data in cui Hamsik arriverà in ritiro: «Ha giocato circa 60 partite in questa stagione, ora sta cercando di rilassarsi con la famiglia. Già il 18 luglio dovremo essere a disposizione del Napoli, festeggerà in Italia il suo ventinovesimo compleanno (27 luglio, ndi)».

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Articoli correlati

Commenti