Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Europa League, Betis-Milan 1-1: Suso tiene vive le speranze
© Getty Images
Europa League
0

Europa League, Betis-Milan 1-1: Suso tiene vive le speranze

Nella trasferta di Siviglia la squadra di Gattuso soffre e va sotto con Lo Celso: c'è bisogno della punizione dell'esterno per rimettere i conti in parità. Spagnoli a 8, poi rossoneri e Olympiacos a 7

SIVIGLIA – Il Milan e Gattuso ringraziano Suso. C’è bisogno del solito guizzo dell’esterno spagnolo per evitare ai rossoneri un altro ko con il Betis: il suo calcio piazzato riprende il gol di Lo Celso e permette alla squadra di guadagnare un punto nella trasferta di Siviglia. Quota 7, gli stessi dell’Olympiakos: per il passaggio ai sedicesimi adesso saranno fondamentali le partite contro i greci e contro il Dudelange. Al comando della classifica c’è proprio la formazione di Setien a 8. Un’altra brutta notizia per il Milan dopo il lungo stop di Biglia: Musacchio è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco in barella e con il collo immobilizzato dopo uno scontro con Kessié. E nel finale va ko anche Calhanoglu.

Betis-Milan 1-1: tabellino e statistiche

Europa League: risultati e classifiche

SUBITO LO CELSO – Non c’è Higuain e per Gattuso l’unico punto di riferimento in attacco è Cutrone: dietro giostra l’inamovibile Suso. Il Betis, che davanti offre la coppia formata dall’ex romanista Sanabria e dall’eterno Joaquin, parte subito a mille spinto dal calore del Benito Villamarin: il gol arriva al 12’ quando Lo Celso – già in rete all’andata – anticipa Rodriguez e mette dentro il bel pallone servito da Junior Firpo.

PERICOLO SANABRIA - La timidezza della squadra di Gattuso non fa che rinvigorire il gioco degli spagnoli, che vanno a un passo dal raddoppio poco prima della mezz’ora con Sanabria: l’attaccante paraguaiano però apre troppo la conclusione e non riesce a infilare la porta di Reina. La prestazione quasi impalpabile dei rossoneri continua, il centrocampo fatica a creare e anche Suso non sembra vivere una delle sue migliori serate.

FINALMENTE SUSO - Lo spagnolo sale in cattedra a mezz’ora dalla fine: prima mostra al pubblico il suo marchio di fabbrica (il sinistro a giro sul palo lontano che Pau Lopez smanaccia in angolo) e poi si rifà con una punizione morbida ma velenosa che inganna il portiere del Betis per l’1-1 della squadra di Gattuso (63’). Situazione psicologica completamente invertita con i rossoneri che fanno la partita ma con i padroni di casa che – a conti fatti – vanno più vicini alla rete del ko: basta dare un’occhiata allo scavino dalla distanza del neoentrato Guardado che per poco non beffa Reina.

MURO REINA - Brutto scontro di gioco al 79’ tra Kessié e Musacchio: ad avere la peggio è il centrale che è costretto a uscire in barella (collo immobilizzato) ed è rimpiazzato da Romagnoli tra gli applausi di sostegno di tutto il pubblico. Nel finale è tutto per tutto Betis. Il tocco sotto di Junior Firpo preoccupa i tifosi rossoneri mentre il destro di Tello li fa letteralmente terrorizzare: per fortuna c’è Pepe Reina a sbarrare la strada e a salvare la serata del Milan.

Vedi tutte le news di Europa League

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti