Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Lega Pro, Serie D

Vedi Tutte
Lega Pro, Serie D

Messina, Nigro: «Aronica e Cirillo pseudo uomini». Ma c'è l'ombra degli hacker

© LaPresse

Sul profilo Facebook del centrocampista compare un messaggio polemico contro i difensori amaranto. Il club smentisce paventando un "attacco pirata"

Sullo stesso argomento

 

venerdì 29 maggio 2015 13:56

ROMA - Uno sfogo contro Aronica e Cirillo. Elio Nigro, centrocampista del Messina avrebbe sbottato pesantemente contro i difensori della Reggina dopo l'andata del playout di Lega Pro vinta dai calabresi 1-0 grazie alla rete d Roberto Insigne. Sul profilo Facebook di Nigro è comparso questo messaggio: 

“Sarebbe facile prendersela con Insigne che a 20 anni dice quello che pensa senza pensare alle conseguenze, sarebbe facile prendersela con Tedesco che da giocatore tanto di cappello ma allena da 2 partite e ha la presunzione di dire sappiamo come far retrocedere il Messina poi ieri sapendo che deve venire qua dice però il messina è una buona squadra… Ci può stare tutto….,quello che non ci sta e quei due difensori pseudo uomini Cirillo 500 partite in A a detta sua minaccia i nostri Ciciretti Izzillo dicendo ti spezzo le gambe a Orlando quando è entrato gli ha detto dimmi la tua banca ti faccio un bonifico… Ok ci sta tutto..(ps di cirillo ricordo solo la testata di Materazzi)… Come ci sta che Aronica dopo un fallo io vado a chiedere l’ammonizione lui prima mi da una manata poi si allontana e dice me la suchi tu e tutta Messina…bravo, hai giocato tre anni qui anzi ti hanno fatto diventare calciatore perché calciatore lo sei parla il curriculum alzo le mani ma nella Vita prima vengono gli uomini poi i calciatori e tu ti sei dimostrato poca roba… Lo sai tanto no? Nel calcio tutto torna e sabato si avvicina…in questa squadra abbiamo Corona che ha giocato in A noi la guardiamo davanti alla TV …voi ne avete tanti e quindi retrocedere contro una squadra che ha fatto sempre la C e non oltre sarà motivo di orgoglio x noi…. abbiamo perso la battaglia non la guerra….sabato sarete solo la squadra più retrocessa in una solo annata 4 volte in un anno sono tante hai voglia a fare ricorsi dopo…. Vi stiamo aspettando….”. 

Il Messina, anche per evitare ulteriori tensioni per un match di ritorno ancor più sentito tra due tifoserie storicamente rivali, ha precisato sul sito ufficiale che si è trattato di un attacco hacker: 

«L'A.C.R. Messina precisa che, con riferimento alle frasi apparse sulla pagina social di un proprio tesserato, le stesse non sono attribuibili al medesimo tesserato il quale ha prontamente informato i dirigenti della nostra società che il profilo era stato oggetto di possibile hackeraggio. L'A.C.R. Messina, ovviamente, condanna il contenuto delle suddette dichiarazioni fermo restando che provvederà ad effettuare tutte le verifiche del caso».

Per Approfondire

Commenti