MONDIALI 2018

Mondiali 2018

Vedi Tutte
Mondiali 2018

Uefa Nations League: Italia nella Divisione A

Uefa Nations League: Italia nella Divisione A

Oggi il sorteggio che darà il via alla prima edizione del torneo: 55 nazionali europee, 4 divisioni, retrocessioni e promozioni e posti per l'Europeo. Gli azzurri rischiano Germania e Spagna

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 24 gennaio 2018 09:05

ROMA - La Uefa ha reso nota la suddivisione della prossima Nations League. L'Italia si trova nella prima Divisione, quella A, con tutte le nazionali top continentali. A gennaio ci sarà il sorteggio per stabilire il girone degli azzurri: sarà un raggruppamento da tre, quindi con due avversarie che usciranno dalla stessa divisione. L'ultima del girone retrocederà nella Divisione B del prossimo torneo.

DIVISIONE A - Germania, Portogallo, Belgio, Spagna, Francia, Inghilterra, Italia, Svizzera, Polonia, Islandia, Croazia, Olanda
DIVISIONE B - Austria, Galles, Russia, Slovacchia, Svezia, Ucraina, Repubblica d'Irlanda, Bosnia, Irlanda del Nord, Danimarca, Repubblica Ceca, Turchia
DIVISIONE C - Ungheria, Romania, Scozia, Slovenia, Grecia, Serbia, Albania, Norvegia, Montenegro, Israele, Bulgaria, Finlandia, Cipro, Estonia, Lituania
DIVISIONE D - Azerbaigian, Macedonia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Lettonia, Far Oer, Lussemburgo, Moldavia, Kazakistan, Liechtenstein, Malta, Andorra, Kosovo, San Marino, Gibilterra.

Le 55 squadre partecipanti sono state suddivise in quattro leghe a seconda del loro posto in classifica nel ranking per nazionali UEFA al termine delle Qualificazioni Europee alla Coppa del Mondo FIFA del 2018.

COS'E' LA NATIONS LEAGUE - La Uefa ha dato definitivamente il suo via libera alla Nations League, nuova competizione approvata all'ultimo Congresso ed esaminata da tutte le Federationi. Il torneo (creato per irregimentare/eliminare gran parte delle amichevoli libere delle nazionali) partirà la prossima stagione col sorteggio dei gironi che verrà effettuato oggi a Losanna alle ore 12.00. Le 55 nazionali che integrano la Uefa saranno divise in quattro Divisioni in ordine di ranking - l'Italia è nella Divisione A - e ciascuna Divisione sarà organizzata in sottogruppi: 4 gironi da tre per A e B, 2 gironi da tre e 2 da quattro per C, 4 gironi da quattro per D. In ciascuna Divisione, le quattro vincitrici dei gironi vengono promosse (o disputeranno la Final Four), e quattro squadre retrocedono per il torneo successivo del 2020. Le gare della fase a gironi si svolgeranno nell'arco di sei giornate da settembre a novembre 2018. Le Final Four alle quali parteciperanno le vincitrici dei quattro gironi della prima Divisione si disputeranno nel giugno 2019. Per le Final Four, le quattro vincitrici dei gironi della Divisione A si affronteranno in scontri diretti (semifinali e finale) nel giugno 2019 e una si laureera' campione.

DALLA NATIONS LEAGUE 4 POSTI ALL'EUROPEO - Inoltre, la Nations League offrirà alle squadre un'altra possibilità di qualificarsi per le fasi finali degli Europei, con quattro squadre che si qualificano tramite playoff in programma nel marzo 2020. 

COME FUNZIONERA' - Le Qualificazioni per UEFA EURO 2020 iniziano a marzo 2019. Ci saranno due giornate di gara nei mesi di marzo, giugno, settembre, ottobre e novembre 2019. In totale ci saranno sei gruppi da cinque squadre e quattro gruppi da sei (dieci gruppi in totale) che si affronteranno nel corso di dieci giornate (come ora). La vincitrice e la seconda classificata di ciascuno dei dieci gironi si qualifica automaticamente per le fasi finali di UEFA EURO 2020 (giugno 2020). I quattro rimanenti posti a disposizione per UEFA EURO 2020 verranno assegnati alle vincitrici dei quattro spareggi in programma nel marzo 2020.

GLI SPAREGGI - Per ognuna delle quattro Divisioni c'è un posto che vale la qualificazione. Va agli spareggi ogni vincitrice di girone (4 gironi in ogni divisione, 4 divisioni, 16 squadre in totale). Se chi vince il girone è già qualificata, allora il suo posto negli spareggi verrà preso dalla squadra con il ranking più alto all'interno della Divisione in questione, prendendo in corsiderazione il ranking globale all'interno della Divisione stessa, poi se necessario si passa alla Divisione seguente in ordine decrescente prendendo in considerazione il ranking globale della Divisione relativa. Così raggruppate, le 16 squadre si affronteranno in semifinali secche e una finale in gara unica per determinare le quattro vincitrici.

Articoli correlati

Commenti