Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Moviola Serie A. Rugani da dietro su Ivan: alla Samp manca il rigore

Moviola Serie A. Rugani da dietro su Ivan: alla Samp manca il rigore
© ANSA

Mazzoleni non s’accorge del penalty. Moisander, rosso ok. I principali casi da moviola delle partite della diciannovesima giornata

 Edmondo Pinna

lunedì 11 gennaio 2016 09:12

ROMA - Ecco i principali casi da moviola delle partite della 19ª giornata della Serie A:

SERIE A: CRONACHE, TABELLINI E STATISTICHE

SERIE A, LA CLASSIFICA

DOVERI, INTER-SASSUOLO 0-1 - Berardi: da giallo, non da rosso Per Doveri da rivedere la gestione dei provvedimenti disciplinari. Subito l’episodio contestato da Mancini: Berardi in precario equilibrio, spalle a D’Ambrosio, interviene sul pallone, è sbilanciato all’indietro, allarga entrambe le braccia, la destra di più e va a colpire il nerazzurro al volto con una manata. I dubbi sulla involontarietà nascono dal replay, anche se non sembra affatto un gesto violento: sarebbe stato più giusto dare fallo e ammonizione per il neroverde. Giusti i gialli per Murillo (su Falcinelli) e Magnanelli (trattiene Icardi), ne manca uno per Peluso (diretto su Kondogbia), inventato quello per Cannavaro (Ljajic si tuffa). Fra Medel e Sansone, calcio e contro-calcio di reazione: da rosso entrambi, Doveri è girato. Ok il rigore: Miranda abbatte Defrel, corretta l’ammonizione, non c’è possesso anche se il pallone non è lontanissimo.

GUIDA, ATALANTA-GENOA 0-2 - Manca un rigore su Pavoletti Un’altra giornata-no per l’internazionale Guida, non lo aiuta neanche l’assistente Tasso. Gli episodi: sul cross di Rigoni, a centroarea Toloi si arrangia agganciando Pavoletti con il braccio destro: ci stava il calcio di rigore. Clamorosa svista sul gol dello 0-1 di Dzemaili: al momento della sua battuta, sulla direttrice pallone- portiere c’è Pavoletti in clamoroso off side, si abbassa per far passare il pallone e ostruisce la visuale a Sportiello. Era da annullare.

GAVILLUCCI, BOLOGNA-CHIEVO 0-1 - Un’ombra sul gol dello 0-1 Buona partita anche per Gavillucci, bravo a cogliere il tocco del piede destro di Frey sul ginocchio destro di Giaccherini e ad assegnare il rigore. Da rivedere, però, la battuta del penalty: al momento del tiro di Destro, ci sono ben nove giocatori dentro l’area e Dainelli è addirittura vicinissimo all’attaccante rossoblù. Appena un’ombra sul gol partita di Pepe: l’azione parte con un passaggio di Gobbi a Cacciatore, in off side di poco meno di un piede rispetto a Gastaldello, praticamente impossibile da vedere per l’assistente Paganessi che è dall’altra parte del campo. C’è un’altra situazione da attenzionare per il guardalinee, la posizione di M’Poku sul tiro di Pepe, che è regolare perché lo tiene in gioco Oikonomou.

TAGLIAVENTO, FROSINONE-NAPOLI 1-5 - Nessun fallo sul gol di Albiol Episodi a parte (non molti), Tagliavento conferma di non essere più l’arbitro di qualche tempo fa. Regolare il gol di Albiol: Zappino indietreggiando sul corner si scontra con Higuain che gli è dietro, così blando il contatto che il portiere continua la sua corsa. Non c’è fallo, invece, fra Albiol e Blanchard. C’è il rigore su Higuain, anche se non clamoroso: Crivello lascia la gamba larga, il Pipita non fa nulla per evitarla, siamo in area, pochi dubbi. Sullo 0-2, errore dell’assistente Ranghetti: ferma Dionisi in contropiede (segnerà ma a gioco ampiamente fermo), pur essendo tenuto in gioco ampiamente da Hysai. Zappino-Mertens, scintille e accenno di reazione: Tagliavento lascia correre, non da lui....

GERVASONI, TORINO-EMPOLI 0-1 - Costa, mano involontaria Tocco col braccio di Costa, ma il braccio è vicino al corpo: non c’è il rigore invocato dal Toro: regolare la rete di Maccarone, in gioco Mazzoleni non s’accorge del penalty. Moisander, rosso ok Rugani da dietro su Ivan Alla Samp manca il rigore sul passaggio di Pucciarelli.

BANTI, VERONA-PALERMO 0-1 - Goldaniga-Toni, non c’è rigore Qualcosa da rivedere per Banti: ok lo 0-1, sul tiro di Jajalo, Vazquez è tenuto in gioco da Sala. Toni finisce a terra almeno due volte in area: nella prima perde l’equilibrio, nella seconda si trattiene reciprocamente con Goldaniga. Più dubbio l’intervento di Gonzalez su Pazzini, è il tocco di braccio di Moras che impedisce a Goldaniga di ricevere il pallone.

MAZZOLENI, SAMPDORIA-JUVENTUS 1-2 - Bonucci graziato nel finale Qualcosa da rivedere nella partita di Mazzoleni, soprattutto nella ripresa. Ok il giallo per Bonucci (sgambetto su Fernando). Pogba in ritardo su Ivan, intervento duro, arriva il giallo. Cross di Cassano, a centro area Ivan prende il tempo a Rugani che lo spinge (leggermente) a due mani sulle spalle e lo colpisce con il ginocchio destro: l’unico a stupirsi del non fischio è proprio Ivan, ci stava il calcio di rigore. Ok il giallo a Cassani, trattenuta netta su Morata. Giusto il rosso per Moisander: entra diretto sulle gambe di Zaza a pallone già lontano. Allo scadere, zampata di Bonucci su Fernando: ci stava punizione dal limite e probabilmente secondo giallo per il bianconero.

RIZZOLI, FIORENTINA-LAZIO 1-3 - Partita in stile-Rizzoli, gestita e non arbitrata, decisioni col bilancino, rischio di farsela sfuggire di mano dopo il mancato rosso a Hoedt, zero episodi nelle aree a parte un contatto Mauricio-Kalinic rischioso da interpretare. Primo tempo 2’ - Kalinic e Hoedt si tirano la maglia in area, giusto far proseguire. 19’ - Gonzalo Rodriguez stende Keita, ok il giallo, per distanza e Astori che può recuperare non è chiara occasione. 22’ - Mauricio diretto su Kalinic, era l’ultimo difensore, la posizione defilata ha suggerito l’ammonizione. 42’ - Dopo un contatto (falloso) Biglia-Borja Valero, quest’ultimo prende a calci la scarpa che gli si era sfilata: ammonito. Secondo tempo 20’ - Ilicic tiene in campo un pallone (non supera completamente la linea laterale), errore dell’assistente Di Fiore. 24’ - Hoedt sbraccia su Kalinic, non sembra volontario, arriva il giallo, forse un po’ severo. 34’ - Kalinic tocca il pallone, Mauricio solo il piede dell’avversario ma appena accennato (c’è voluta più di una moviola), teoricamente da rigore, ma ce ne vuole assegnarne uno così.... 35’ - Hoedt già ammonito stende Rossi con un intervento in netto ritardo: era un secondo giallo pulito...

ORSATO, ROMA-MILAN 1-1 - Partita senza errori gravi per Orsato, c’è da ragionare solo sull’intervento in netto ritardo di Luiz Adriano (graziato due volte) su Castan (molto più grave dal “live”, alla moviola il contatto è davvero minimo) e l’allontanamento di Mihajlovic, secondo allenatore (dopo Ventura) ad essere cacciato per aver protestato per l’errore di un proprio giocatore. Due colpi al tetto della panchina per il tecnico granata, un calcio alla bottiglietta per Sinisa. Fuori. Non sembra però frutto di nuove disposizioni, solo la casualità di due espiosi simili ravvicinati. Primo tempo 5’ - Punizione di Pjanic, Zapata e Bacca tengono in gioco tutti, compreso Rüdiger che segna l’1-0: posizione ok. 10’ - Sadiq in off side sul rilancio di di Rüdiger: c’è. 11’ - Luiz Adriano da dietro su De Rossi: rischio giallo. 26’ - Uscita di Szczesny su Bacca: tocca il pallone col fianco destro prima di travolgerlo. Secondo tempo 7’ - Luiz Adriano in netto ritardo su Castan, dal replay il contatto è meno marcato di quello che sembrava, però il rossonero ha rischiato il secondo giallo. 16’ - Errore di Kucka praticamente a porta vuota, Mihajlovic si imbufalisce e colpisce con un calcio la bottiglietta d’acqua. Allontanato, e non può essere un eccesso di severità: sembra piuttosto un doppio caso ravvicinato, visto che Ventura a Napoli ha avuto identica sorte. 30’ - Ultimo tocco di Bertolacci, arriva un angolo per il Milan inesistente.

Articoli correlati

Commenti