Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Moviola Serie A: Irrati, ok il rigore su Perotti. Mazzoleni male a Genova

Moviola Serie A: Irrati, ok il rigore su Perotti. Mazzoleni male a Genova
© LaPresse

Manca un rigore alla Juve, Cuadrado era da espulsione

 

Sullo stesso argomento

di Edmondo Pinna

lunedì 28 novembre 2016 09:02

ROMA - Ecco tutti gli episodi da moviola, partita per partita, della 14ª giornata di campionato.

GUIDA
PALERMO-LAZIO 0-1
Gonzalez, rosso corretto Partita senza errori decisivi per Guida, che torna in campo dopo un mese da Pescara-Atalanta (negli ultimi due mesi è la terza partita diretta). Da un punto di vista disciplinare, manca un giallo epr Aleesami (fallo su Keita), mentre è corretto il cartellino rosso per Gonzalez (abbattuto Lombardi che stava filando verso Posavec). Intervento in scivolata di Radu su Quaison, la tv chiarisce: non c’è fallo, corretto non dare rigore.

MARIANI
BOLOGNA-ATALANTA 0-2
Torosidis-braccio: involontario Positiva la partita di Mariani, fra i più continui in questa stagione. E’ regolare la rete dello 0-1: sul cross di Gomez, è Gastaldello che tiene in gioco Masiello, in fuorigioco c’è Petagna ma il pallone non è diretto a lui ne lui fa qualcosa per interferire. Corretto non assegnare il rigore per il tocco di braccio (sinistro) di Torosidis sul tiro di Petagna: è raccolto al corpo.

PAIRETTO
CAGLIARI-UDINESE 2-1
Karnezis, ok il giallo su rigore Buona partita per Pairetto, attento sugli episodi che capitano nelle due aree. Nessun dubbio sul rigore assegnato al Cagliari, l’uscita di Karnezis è diretta sulle gambe di Farias. E’ corretto anche il cartellino giallo, in ossequio alle nuove interpretazioni sul fallo in chiara occasione: l’intervento del portiere è “genuino”, il suo intento è quello di andare a prendere il pallone. Giusto anche non dare rigore per la trattenuta di Ceppitelli su Zapata (si tengono, in realtà, entrambi) e, un istante dopo, per il tocco con il gomito destro di Padoin sul tiro di Thereau.

MARESCA
CROTONE-SAMPDORIA 1-1
Falcinelli-B. Fernandes, gol ok Domenica più che sufficiente anche per Maresca, anche lui fermo da inizio novembre, dopo Sassuolo-Atalanta. E’ regolare la rete di Falcinelli: sul cross, Palladino (che poi tirerà) è in posizione regolare, tenuto in gioco da Skriniar. Buona anche la rete di bruno Fernandes: al momento del cross di Quagliarella, è dietro la linea del pallone e comunque c’è un piede di Rosi a tenerlo in linea.

MAZZOLENI
GENOA-JUVENTUS 3-1
Che errori su gialli e punizioni! Solita prestazione sciatta (ma tanto nessuno prende provvedimenti per l’arbitro della sezione di Bergamo) per l’internazionale Paolo Silvio Mazzoleni. La sua sufficienza nel dirigere le operazioni lo porta ad ignorare anche le cose più semplici. E così, ad esempio, l’intervento a semiforbice di Rigoni ai danni di Pjanic - secondo il suo metro arbitrale - non merita neanche un giallo, cosi come il fallo (davvero brutto) nella ripresa di Dani Alves ai danni di Rigoni (giusto dare vantaggio, ma poi bisogna ricordarsi di ammonire)- Ma è appena un assaggio, perché gli errori sono diversi. Alla Juventus manca infatti un rigore, fra l’altro abbastanza facile da leggere (anche per l’addizionale Rocchi): Mandzukic controlla il pallone e lo difende dall’arrivo di Ocampos, che lo colpisce con un’ancata, senza toccare il pallone. E pure lo avesse sfiorato, comunque il pallone stesso resta nella disponibilità di Mandzukic. Mazzoleni decide male anche in occasione dell’azione che ha portato all’uscita dal campo di Dani Alves: è infatti Ocampos che gli tira un calcione da dietro (non volontariamente, voleva prendere il pallone, ma il brasiliano lo aveva anticipato), l’arbitro inverte invece la punizio ne. Sbaglia, ancora, Mazzoleni, quando punisce solo con un giallo Cuadrado: l’entrata, col piede a martello, molto veloce (dunque pericolosa per l’incolumità dell’avversario) e fuori tempo su Laxalt meritava il cartellino rosso.

IRRATI
ROMA-PESCARA 3-2
Gol di Memushaj, dubbio Pepe Quasi un mese senza gare anche per Irrati, il ritorno all’Olimpico non è privo di sbavature, non decisive per sua fortuna. In particolare, sei ammoniti per una partita così sono eccessivi, almeno due gialli (arrivati soprattutto in un momento del match assolutamente tranquillo) sono francamente troppi. Gli espisodi. Buoni i due gol di Dzeko: sul primo c’è Biraghi che gli tira la maglia, sul secondo è tenuto in gioco da Zuparic al momento del passaggio di Perotti. Rüdiger affossa Zuparic, c’è il fallo. Crescenzi trattiene in maniera vistosa e prolungata la maglietta a Salah, ci stava almeno la punizione, non arriva nulla. Gol annullato a Salah: leggero off side. Due dubbi sulla posizione di Pepe sul gol del 2-1 di Memushaj: 1) sembra appena appena oltre Emerson al momento del tiro; 2) salta (e dunque diventa parte attiva) quando passa il pallone, pur se non vicinissmo a Szczesny. Ok il rigore dato (dall’addizionale Celi) alla Roma: Crescenzi colpisce Perotti sulla gamba sinistra, col pallone che resta nella disponibilità del giallorosso. Dzeko fermato in off side: non c’era.

Articoli correlati

Commenti