Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Mandzukic su Icardi sfiora la palla: che rischio!

Mandzukic su Icardi sfiora la palla: che rischio!

Nel big match Juventus-Inter, Rizzoli subisce troppe proteste, anche plateali: lambito da un pallone tirato da Icardi. Tutti gli episodi da moviola

Sullo stesso argomento

di Edmondo Pinna

lunedì 6 febbraio 2017 08:56

ROMA - Ecco tutti gli episodi da moviola della 23ª giornata di serie A, che si concluderà martedì con la sfida tra Roma e Fiorentina all'Olimpico. 

RIZZOLI
JUVENTUS-INTER 1-0

Mandzukic su Icardi, sfiora la palla: che rischio!

Partita da dividere in due: sui pochi episodi trova conforto nelle immagini della moviola. Poi c’è l’aspetto della gestione della partita e che sia stato un brutto Rizzoli lo capisci da un aspetto: protestavano tutti in campo, sia che fischiasse contro la Juve (e lo faceva pure l’Inter), sia che lo facesse contro l’Inter (ed era la volta anche della Juve). Se poi ti fai mandare al quel paese da Pjanic, Higuain e Handanovic e non prendi provvedimenti... A fine partita, Icardi calcia via il pallone che sfiora Rizzoli, il quale chiede «Chi ha calciato il pallone».

Primo tempo 7’ - Candreva entra in maniera rude su Dybala in ripartenza: primo ammonito del match. 14’ - Chiellini in scivolata su Gagliardini vicino alla linea dell’out, pallone che tocca il piede del nerazzurro, dando così ragione alla chiamata di Manganelli. 19’ - In attesa di un corner, Icardi e Chiellini prendono posizione, il bianconero allarga il braccio sinistro colpendo al volto la punta, non sembra esserci rigore, subito dopo trattenute reciproche fra Lichtsteiner e D’Ambrosio, Rizzoli fa proseguire. 21’ - Fallo prolungato di Candreva su Dybala: rischia, era già ammonito. 23’ - Pjanic su Brozovic prende il giallo (giusto), poi manda col braccio a quel paese l’arbitro: nulla. 37’ - Rischia Mandzukic, quando interviene in scivolata su Icardi sotto gli occhi dell’addizionale Mazzoleni (premiato dopo Samp-Roma): tocca il pallone, poi l’avversario, ma il pallone è in uscita sul fondo.

Secondo tempo 1’ - Pestone di Mandzukic su Murillo: giallo. 19’ - Cuadrado fuori tempo su D’Ambrosio (giallo), sulla punizione c’è un off side netto di D’Ambrosio (attivo: va sul pallone sfiorandolo di testa) non segnalato dall’assiste Di Fiore. 20’ - Khedira su Joao Mario, altro cartellino giallo. 29’ - entrata molto pericolosa di Chiellini su Gagliardini a gamba alta, non prende il pallone e, per fortuna di tutti, neanche l’avversario. 31’ - Manca il giallo a Murillo (su Dybala). 48’ - Handanovic (che si è spinto in attacco) prende un giallo per proteste (e all’ammonizione manda anche lui platealmente a quel paese l’arbitro), poi evidentemente Perisic dice qualcosa di troppo e trova il rosso diretto.

Classifica serie A

GUIDA
MILAN-SAMPDORIA 0-1
Sosa, giusti i due gialli

Guida fa il bis e inanella la seconda partita positiva di fila. Già nel primo tempo, proprio allo scadere, Paletta si frappone a Muriel che era entrato di corsa in area, Guida dà fallo alla difesa, ma di sicuro il blucerchiato nn fa molto per compierlo. Netto il rigore assegnato: il fallo di Paletta su Quagliarella è netto. Poco prima, intervento rischioso di Silvestre su Bacca, spinge il colombiano senza preoccuparsi del pallone, sull’uscita di Viviano. Giusti i due gialli in 5’ per Sosa: atterra Linetty, ferma in ripartenza Djuricic.

GAVILLUCCI
ATALANTA-CAGLIARI 2-0
Conti doveva essere espulso

Un solo episodio, ma Gavillucci commette un errore grave, in una partita con pochi spunti da moviola: brutta entrata di Conti su Capuano, ne mette a repentaglio l’incolumità, arriva il giallo, poteva starci il cartellino rosso.

AURELIANO
CHIEVO-UDINESE 0-0
Cesar, l’espulsione è ok

Ci sta l’espulsione di Cesar: il primo giallo per una dura entrata in ritardo su Zapata, il secondo per un contatto scomposto su Matos.

DI BELLO
EMPOLI-TORINO 1-1
Mchedlidze era da rosso

Diversi episodi per Di Bello, il campo pesante non ha agevolato. Appena un dubbio sulla rete di Belotti: al momento della punizione di Ljaijc, l’attaccante granata sembra appena appena oltre con la testa (una questione di millimetri) rispetto a Cosic, decisione impossibile per l’assistente Tasso. El Kaddouri in rovesciata colpisce Ajeti alla testa: intervento brutto, Di Bello opta per il giallo, ci può stare. Mchedlidze stende Barreca, brutto intervento, si direbbe da arancione, poteva starci il rosso. Non è un rigore solare quello assegnato al Torino: Ljajic entra in area e quando arriva il contatto con Laurini sembra essere già in caduta. Se la cava Iturbe, l’intervento su Pasqual è potenzialmente da rosso, ma il piede rasente il terreno disinnesca l’espulsione.

RUSSO
GENOA-SASSUOLO 0-1
Rigore su Ragusa. E su Berardi...

Non limpidissima la direzione di Russo, forse un po’ troppo “inglese” sia nella gestione dei provvedimenti disciplinari, sia nella valutazione dei falli (soprattutto in area). Rischia subito grosso Laxalt, quando interviene su Berardi in area di rigore: il pallone è in possesso del neroverde (ecco la differenza con Bacca in Milan-Samp) e il rossoblù non si preoccupa affatto del pallone. Ci sta invece il rigore sull’intervento (in ritardo, con il gomito sinistro sull’uomo) di Gentiletti ai danni di Ragusa che sta saltando per colpire di testa. Rivedibile anche il comportamento di Russo quando Izzo (giallo) dà una manata a Ragusa che, a terra, viene colpito da una pallonata di Pandev, senza che arrivino provvedimenti.

GIACOMELLI
PESCARA-LAZIO 2-6
Hoedt-Zampano, rigorino....

Commettere errori decisivi in una partita come questa è davvero un’impresa. Non convince in pieno il rigore assegnato al Pescara: Hoedt allarga la gamba sinistra ma Zampano un secondo prima fa un saltello e arriva già in caduta al contatto, è davvero un rigorino. Gli altri episodi: giusto annullare la rete di Verre, al momento del tocco di Caprari è oltre Hoedt. E’ invece regolare la rete di Benalj: al momento del tiro di Kastanos, respinto da Marchetti, in off side Caprari, ma non è punibile visto che non interferisce con gioco e avversari, mentre de Vrij tiene in gioco l’autore della rete. Giusto per rinfrescare il regolamento, è regolare la terza rete di Parolo: Bizarri, uscendo, diventa penultimo difendente, dunque è lui che tiene in gioco Parolo, visto che sul palo c’è Zampano (anche se è uscito un attimo dal campo, la posizione va considerata sulla linea di porta, sulla quale torna appena dopo il tocco di Milinkovic finito sul palo).

ROCCHI
PALERMO-CROTONE 1-0
Stoian era da espulsione

Dirige bene Rocchi una partita più difficile di quello che possa sembrare. Gli sfugge (ma non può vederla direttamente lui, visto che è girato di spalle a seguire l’azione) uno sgambetto di Stoian ai danni di Embalo, avrebbe meritato il rosso. Nestorovski chiede un rigore, ma il suo tiro (dopo l’incursione di Embalo) è ribattuto da Ceccherini con il gomito sinistro raccolto al corpo, giusto non dare rigore. Ingenui i due gialli di Crisetig in una manciata di minuti: il primo per fermare Nestorovski, il secondo in ritardo su Chochev.

Calendario serie A

Articoli correlati

Commenti