Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Moviola, Tagliavento, Maresca e Damato: roulette rigori

Moviola, Tagliavento, Maresca e Damato: roulette rigori
© LaPresse/Spada

Tutti i casi da moviola della 29ª giornata di serie A. Dubbio su Mandzukic e Zapata. Mertens fuori area ma... Salah, spintarella a Peluso. Molti dubbi sul gol del 2-1

Sullo stesso argomento

di Edmondo Pinna

lunedì 20 marzo 2017 09:21

ROMA - Ecco tutti i casi da moviola della 29ª giornata di serie A. Dubbio su Mandzukic e Zapata. Mertens fuori area ma...

DAMATO
EMPOLI-NAPOLI 2-3
Netti gli altri due rigori
Un solo dubbio per l’ex internazionale Damato, che assegna tre rigori in una partita e in fin dei conti non sbaglia moltissimo, anzi.

Il rebus riguarda proprio il primo penalty assegnato agli azzurri di Sarri: Costa colpisce Mertens all’altezza della pancia nel tentativo di prendere il pallone (lisciato di brutto, per questo la gamba si alza), l’intervento arriva un pelo appena fuori dall’area di rigore (questione davvero di millimetri rispetto alla linea), nel caso sarebbe stato rosso per il giocatore toscano, invece solo ammonito. Giusta la punizione dalla quale nasce lo 0-2 di Mertens: Croce stende Callejon. Netto anche il secondo rigore assegnato al Napoli, Pasqual atterra Callejon. Giusto anche quello dato all’Empoli: Krunic va giù dopo un intervento falloso di Ghoulam.

FABBRI
ATALANTA-PESCARA 3-0
Ok l’azione del gol di Grassi
Partita abbastanza semplice per Fabbri, non ci sono episodi particolarmente spinosi da risolvere.

E’ regolare la rete di Grassi del 2-0: l’azione nasce con un passaggio filtrante di Spinazzola per Gomez, tenuto in gioco da Biraghi.

ABISSO
BOLOGNA-CHIEVO 4-1
Regolare il gol di Castro
Seconda stagionale in A per il Can B Abisso (guardacaso sempre al Bologna in casa), la sesta in carriera nella massima serie.

Un dubbio, nell’occasione capitata a Dzemaili : appena prima, Spolli contrasta Destro in vantaggio di posizione, l’attaccante va già nell’incrocio dei piedi (il... destro di entrambi), qualche dubbio resta. Bravo invece l’assistente numero due, Tolfo, sulla rete di Castro: c’è Kraft che tiene tutti in gioco al momento del passaggio di Inglese (e il suo tocco di braccio destro su colpo di testa ravvicinato di Pellissier è da considerarsi involontario).

GUIDA
CAGLIARI-LAZIO 0-0
Faragò, rischio secondo giallo
Il dubbio nel finale, quando Farias va giù dopo un contrasto con Lulic: live potrebbe sembrare rigore, in realtà il replay rivela come sì Lulic non tocchi mai il pallone, ma il rossoblù trascina prima il piede sinistro e poi, soprattutto, il destro, dopo forse un tocco veniale poco sotto il ginocchio con il polpaccio del biancoceleste.

L’assistente numero due, Liberti, vede bene sull’occasione capitata a Immobile, tenuto in gioco da Murru sul colpo di testa di Hoedt. Faragò - già ammonito - commette fallo su Keita, rischia il secondo giallo.

PAIRETTO
CROTONE-FIORENTINA 0-1
Tatarusanu-palla, non è rigore
Affidabile la direzione di Pairetto.

Non c’è rigore su Falcinelli, anche se Tatarusanu rischia moltissimo: il portiere, però, tocca per primo il pallone. Tiro di Kalinic (partito regolare sul cross di Maxi Oliveira), parata di Cordaz: la Gol Line Technology conferma, pallone sulla linea. Regolare la rete di Kalinic nel finale: Rosi lo tiene in gioco sul cross di Saponara.

TAGLIAVENTO
SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1
Silvestre-Mandzukic, al limite
Qualcosa da rivedere nella partita di Tagliavento, che pure sembra tenere sempre lo stesso metro.

Occasione di Rugani, lanciato da Dani Alves, il difensore è in fuorigioco, così come Mandzukic (non punibile, si disinte ressa dell’azione). Nel finale di primo tempo, pallone in area-Samp, Mandzukic va giù e forse lo fa con un po’ troppa disinvoltura, da dietro Silvestre gli mette un braccio (il destro) dietro la schiena all’altezza della fascia lombare e va in avanti per toccare il pallone, rischiando il calcio di rigore, che se fosse arrivato.... Fermato Higuain in fuorigioco: non c’era, è tenuto in gioco da Silvestre, in fuorigioco c’è Pjaca ma non è punibile.

MARESCA
UDINESE-PALERMO 4-1
Diamanti, il rosso non c’era
Un paio di episodi da rivedere, nonostante il risultato (4-1) suggerisca altro.

Episodi frutto anche delle manie di protagonismo di Maresca (e non ne avrebbe bisogno). Partiamo dall’errore certo: l’espulsione di Diamanti è una mezza invenzione, il giocatore rosanero allarga il braccio su De Paul nel tentativo di giocare il pallone, non ci sono né sbracciate, né gomitate, di intervento simili se ne vedono duemila a domenica, si sarebbe discusso anche se fosse arrivato il giallo. Poco prima, contatto in area Goldaniga-Zapata, il difensore rischia molto perché con il braccio destro frena l’avanzata del bianconero, che non fa molto per rimanere in piedi. Avesse fischiato il rigore.... Nel primo tempo, sul tiro di Nestorovski, Samir colpisce col petto e non col braccio destro: non c’è penalty.

DI BELLO
ROMA-SASSUOLO 3-1

Non benissimo, Di Bello, di certo non stimolato a dovere da chi guida (in tutti i sensi) gli arbitri. Pure lui, però, ci mette del suo. Il gol di Salah, ad esempio, lascia molti dubbi aperti, l’avesse annullato... Ma c’è una tendenza che diventa errore: non ferma mai il gioco per colpi alla testa (due ieri sera). Sintomatico....

Primo tempo
3’ - Palla gol per Defrel, tenuto in gioco da Rüdiger sul cross di Berardi. 14’ - El Shaarawy in off side sulla giocata di Emerson (è oltre Letschert), poi Salah segna ma è già tutto fermo. 20’ - Tacchettata (involontaria) di Berardi in faccia a Paredes, Di Bello - sbagliando - fa giocare, per i colpi in testa bisogna sempre fermare il gioco. 24’ - Manolas teneva in gioco Berardi, sbaglia l’assistente Passeri. 33’ - Colpo (fortuito) di Fazio sulla testa di Pellegrini, ancora una volta Di Bello fa giocare. 37’ - Letschert in ritardo su Emerson: ammonito. 47’ - Fazio trova El Shaarawy in gioco (c’è Acerbi), sulla respinta corta di Consigli, c’è un contatto fra Peluso, di suo già in precario equilibrio, e Salah, che lo spinge leggermente a due mani, impedendogli però di arrivare sul pallone. Molti dubbi sulla rete del 2-1.
Secondo tempo
33’ - Manca un cartellino giallo evidente per Paredes: per quanto non intenzionale (sarebbe giovo violento, dunque rosso), il giallorosso dà un calcione a Berardi, netto sotto il ginocchio. 43’ - Duncan serve Beradi, in off side (oltre Manolas): c’è.

Ultime notizie sulla Serie A

Articoli correlati

Commenti