Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Moviola: Banti, Dybala giù, dubbio. Irrati, Molinaro-braccio, manca un rigore

Moviola: Banti, Dybala giù, dubbio. Irrati, Molinaro-braccio, manca un rigore
© ANSA

Roma-Juventus: spinta leggera di Paredes: Banti non fischia. Tutti i casi da moviola della 36ª giornata di Serie A

Sullo stesso argomento

 Edmondo Pinna

lunedì 15 maggio 2017 08:58

ROMA - Ecco tutti i casi da moviola della 36ª giornata di Serie A.

BANTI
ROMA-JUVENTUS 3-1
Nainggolan, gol ok. Dybala giù, dubbio

Dr. Jekyll e Mr. Hyde: perfetto nel primo tempo (solo quattro falli fischiati), cambia repentinamente metro di giudizio ad inizio ripresa. Unico dubbio: una spinta (non clamorosa ma c’è) di Pareds ai danni di Dybala in area. Prima della partita, cambio di ruoli (per infortunio) fra Tonolini e e Paganessi come guardalinee numero uno.

Primo tempo
5’ - Solo per annotare il primo fischio di Banti: netto il fallo di Rüdiger su Sturaro.
10’ - Sturaro-Rüdiger in area della Juve: il primo scivola perché pressato dal secondo, che poi cade a sua volta.
13’ - Manolas irruento su Sturaro: ok punizione.
16’ - Benatia prende il pallone, poi anche Salah: punizione. Salah chiede il giallo, lo ha rischiato lui.
18’ - Bonucci devia il pallone in angolo, Banti aveva dato rimessa dal fondo: a fargli cambiare idea, più l’ammissione del bianconero che un suggerimento dell’inerme squadra arbitrale.
21’ - Regolare la rete di Lemina: sul lancio di Sturaro, Higuain - che poi darà l’assist al francese - è ampiamente tenuto in gioco da Fazio.
22’ - Prima sbavatura di Banti: l’intervento da dietro di Sturaro su Paredes era fallo (e da ammonizione).
25’ - Buono anche il gol di De Rossi: sul colpo di testa di Manolas (respinto da Buffon), c’è Cuadrado che tiene tutti in gioco.
30’ - Secondo episodio che merita la moviola: l’intervento di Manolas su Higuain è sul pallone, il Pipita si gira verso Banti e protesta in maniera decisamente sopra le righe. Banti ha due strade, continuare a tenere la partita sotto controllo (e infatti questa sceglie, girandosi dall’altra parte, facendo finta di non sentire) oppure ammonire l’argentino.

Secondo tempo
1’ - Ammonito Fazio, fallo da dietro su Lemina.
5’ - De Rossi in ritardo su Pjanic, giallo, anche se l’intervento non sembra così cattivo come la caduta del centrocampista bianconero faccia presagire.
15’ - Banti estrae anche il terzo cartellino giallo: lo sventola a Paredes per una spinta (e forse anche quel qualche parolina dopo) alle spalle di Benatia, il giallorosso rischia quando, all’atto dell’ammonizione, con un gesto manda a quel paese l’arbitro.
21’ - Regolare la rete di Nainggolan: al momento del passaggio di ritorno di Salah, è tenuto in gioco da Dani Alves.
25’ - Contatto anca contro anca fra Grenier e Dybala che, però, fa ancora due passi prima di cadere.
44’ - Benatia ferma Emerson: ammonito.
47’ - Spinta di Paredes su Dybala: non è clamorosa, ma c’è, Banti scegli di far proseguire. Nell’occasione ammonito Higuain per proteste.

IRRATI
TORINO-NAPOLI 0-5
Molinaro-braccio, manca un rigore

Non benissimo Irrati, sia pure in una partita così semplice che chi guida gli arbitri italiani avrebbe potuto mandare un esordiente. Gli errori (un rigore non dato agli azzurri e un off side sbagliato) hanno come comun denominatore il pessimo assistente Vuoto, non nuovo ad errori simili.

Primo tempo
8’ - Brutto fallo - quasi a voler fare giustizia - di Baselli su Jorginho, arriva il cartellino giallo, gli va bene.
15’ - Manca un calcio di rigore per il Napoli: sul cross di Callejon, Molinaro ha il braccio sinistro largo e con questo impatta il pallone, miglio visuale era quella dell’assistente numero due, Vuoto, che non segnala nulla.
28’ - Tiro di Belotti, pallone sul braccio destro di Callejon in area, ma è attaccato al corpo.
38’ - Altro errore di Vuoto: al momento del cross di Insigne, Mertens _ che si troverà a tu per tu con Hart - è tenuto in gioco da Molinaro.

Secondo tempo
12’ - Altro contatto nell’area del Torino, Insigne cade dopo un incrocio con Rossettini, il contatto (leggerino) non è tale da giustificare un eventuale rigore, che comunque Irrati non concede.

MASSA
INTER-SASSUOLO 1-2
Iemmello, resta il dubbio sullo 0-2
Un solo episodio per l’internazionale Massa che merita l’attenzione della moviola: il gol dello 0-2 di Iemmello. Tutto nasce da un contrasto fra Perisic e Berardi, con il pallone che tocca il braccio del neroverde ma è da considerare involontario.

Berardi innesca Lirola, al momento del cross per Iemmello la posizione del giocatore è e resta dubbia: con i piedi è sicuramente dietro la linea del pallone, il problema è che con il busto (e dunque con la testa, parte con la quale si può giocare il pallone) è di poco più avanti. L’assistente Di Vuolo, nel dubbio, è rimasto giù con la bandierina, da un punto di vista “didattico” non ha sbagliato, il dubbio resta. Massa perdona Peluso, già ammonito, dopo un fallo che poteva portare al secondo giallo, e Candreva, che nel primo tempo simula un contatto con Peluso appunto, poi va giù dopo un contatto molto leggero con Missiroli, non da rigore.

Articoli correlati

Commenti