Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Maresca, presunzione e supponenza: Tomovic era da rigore

L'arbitro di Chievo-Roma non convince. In Napoli-Fiorentina giusto annullare il gol di Simeone

Sullo stesso argomento
1 di 4

di Edmondo Pinna

lunedì 11 dicembre 2017 09:44

MARESCA

CHIEVO-ROMA 0-0: Diverse cose da rivedere per Maresca, alle prese con i soliti problemi di presunzione e supponenza. Fermare una squadra al limite dell’area per comminare un’ammonizione (nello specifico, Depaoli, fra l’altro già graziato da un piede a martello su Kolarov e non si capisce perché), ignorando il più elementare dei vantaggi, non trova altre spiegazioni. C’è, fra l’altro, un episodio molto dubbio: che il pallone crossato da Dzeko sia davvero completamente uscito (e deve essere fuori anche la proiezione del pallone rispetto alla linea di fondo) non c’è certezza (le uniche immagini passate in tv dimostrano l’una e l’altra cosa), mentre è assolutamente certo il braccio alto di Tomovic che blocca il pallone calciato da Dzeko, da calcio di rigore. E’ invece corretto non concedere rigore nel primo tempo, non c’è fallo di De Paoli su Schick.

1 di 4

Articoli correlati

Commenti