Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juve

Vedi Tutte
Juve

Serie A, Inter-Juve 1-2: derby d'Italia ai bianconeri

© Getty Images

Apre un gol di Icardi, pari di Marchisio su rigore. Poi Handanovic si fa beffare da Morata

 

sabato 16 maggio 2015 20:25

ROMA - Dopo la conquista della finale di Champions, la Juve si toglie anche lo sfizio di vincere 2-1 a San Siro il derby d'Italia. L'Inter gioca meglio e trova anche il vantaggio con Icardi. Ma poi concede il pari (Marchisio su rigore) con un retropassaggio sbagliato di Medel. La gara sembra destinata all'1-1 ma una papera di Handanovic spezza l'equilibrio (goffo il suo intervento sul tiro di Morata) e condanna i nerazzurri alla sconfitta. Si complica tremendamente così la qualificazione in Europa League della squadra di Mancini. Per Allegri, invece, oltre alla vittoria, la buona notizia in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì è che nessuno si è fatto male e i titolari saranno pronti per la sfida alla Lazio.

MARCHISIO RISPONDE A ICARDI - Allegri risparmia Pogba (giocherà solo il quarto d'ora finale), dentro Romulo a centrocampo. In avanti Matri-Morata. Nell'Inter torna titolare Shaqiri dopo sei partite, Icardi e Palacio in attacco. L'Inter parte bene e al 9' va in vantaggio: tiro da fuori di Brozovic, Icardi è sulla traiettoria e devia spiazzando Storari. La partita è bella: i due portieri salvano il risultato in un paio di occasioni (su Morata e Palacio). Al 38' Shaqiri prende l'incrocio dei pali con un gran sinistro a giro da fuori area. Sulla palla arriva Brozovic che segna, ma l'arbitro ana per fuorigioco del centrocampista. Quattro minuti dopo la Juve pareggia. Clamoroso retropassaggio di Medel che lancia Matri, Vidic non riesce a stargli dietro e lo stende in area (poteva starci anche il rosso): l'arbitro Doveri non ha dubbi e assegna il penalty, che Marchisio trasforma.

MORATA FA RIDERE LA JUVE
- Nella ripresa il gioco è meno veloce e la partita meno spettacolare. L'Inter continua a pressare alto anche se con meno foga, la Juve se la prende comoda e prova a pungere davanti soprattutto con Morata, tra i più positivi. Le due squadre però sono stanche e non riescono a creare grandi occasioni da gol. Fino all'83': un tiro di Morata non certo irresistibile finisce in rete scavalcando un colpevole Handanovic. Dall'altra parte, invece, Storari compie un doppio miracolo su Palacio e Icardi. È l'ultima emozione: vince la Juve.  

INTER-JUVE 1-2: CRONACA E STATISTICHE

Per Approfondire