Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Roma ko, Totti fa 300. Fiorentina quarta, Icardi aggancia Toni

© Bartoletti

Giallorossi battuti in casa 2-1 dal Palermo. Viola ok con il Chievo, è Europa League diretta. L'attaccante del Verona e il collega interista chiudono a quota 22 centri

Sullo stesso argomento

 

domenica 31 maggio 2015 22:43

ROMA - Gli ultimi verdetti della Serie A: la Fiorentina scavalca il Napoli al quarto posto, grazie alla vittoria con il Chievo, e si qualifica per l'Europa League senza passare per i playoff; ai preliminari, oltre al club azzurro, c'è posto per il Genoa, in attesa del giudizio definitivo sulla licenza Uefa che fa sperare i "cugini" della Sampdoria, settimi; Luca Toni e Mauro Icardi vincono la classifica dei cannonieri con 22 reti a testa. Chi non aveva più nulla da conquistare era la Roma, già matematicamente seconda dopo la vittoria nel derby. I giallorossi si congedano dal pubblico dell'Olimpico con una sconfitta per 2-1 con il Palermo, ma riabbracciano Federico Balzaretti, in campo dal primo minuto dopo l'assenza di 565 giorni e la paura di dovere dire addio al calcio giocato.

 Fin dalle prime battute, il Palermo gioca meglio di una Roma infarcita di giovani e seconde linee. Al 20', Skorupski salva su un colpo di testa ravvicinato di Maresca. La reazione giallorossa è un gol annullato a Doumbia per un fuorigioco di Balzaretti, autore dell'assist. I rosanero però non si fanno intimorire e passano in vantaggio al 34' grazie a un rigore di Vazquez concesso per un fallo di mano in area di Spolli, nonostante le proteste del difensore.  La Roma trova il pari arriva a cinque minuti dalla fine, con un cucchiaio di Totti a Sorrentino in uscita: è il centro numero 300 in carriera con la maglia giallorossa. Poi, nell'ultima azione prima del fischio finale, il gol beffa di Belotti.

FIORENTINA-CHIEVO 3-0 - La Fiorentina chiude la stagione, e forse l'era Montella, con il sorriso, battendo 3-0 il Chievo al Franchi e raggiungendo il quarto posto che garantisce l'accesso diretto all'Europa League. Con il Chievo brilla ancora una volta la stella di Ilicic, l'uomo più in forma dei viola in questa parte conclusiva di stagione. Lo sloveno fa centro al 12', sfruttando dal centro dell'area un assist di Salah. Il numero 72 della Fiorentina sta bene e sfiora la doppietta con una punizione dal limite: il pallone supera la barriera e passa di poco oltre l'incrocio dei pali. Nella ripresa, i viola rischiano su un palo di Pellissier, poi chiudono il conto grazie a Bernardeschi al 76' e Badelj (94').

SASSUOLO-GENOA 3-1 - Spettacolo e gol in Sassuolo-Genoa: 3-1 il risultato finale. Padroni di casa avanti dopo appena tre minuti con Berardi, pescato sul filo del fuorigioco. Il Genoa si sbilancia nel tentativo di pareggiare e subisce il raddoppio. Su azione di rimessa, Zaza salta un difensore, poi il portiere, e fa 2-0. L'attaccante poi chiude nel modo migliore quella che potrebbe essere la gara dell'addio al Sassuolo, visto che le probabilità del trasferimento alla Juventus sono altissime: in mezza rovesciata, di sinistro, realizza il gol del 3-0. La squadra di Gasperini accorcia le distanze nel finale di primo tempo con Pavoletti, ex di turno. C'è gloria anche per Lamanna, portiere titolare al posto di Perin che para il terzo rigore di fila in A. Il sesto posto c'è, ma si aspetta il verdetto della giustizia sportiva per capire se il Genoa potrà giocare in Europa League.

SAMPDORIA-PARMA 2-2 - La Sampdoria blinda il settimo posto che potrebbe valere l'Europa aspettando che venga fatta definitivamente chiarezza sull'assegnazione della licenza Uefa al Genoa. Bastava un punto ai blucerchiati per difendere il piazzamento dall'Inter e con il Parma un punto è arrivato: 2-2 il risultato finale. Reti di Romagnoli, Palladino, De Silvestri e Varela. Marassi saluta Mihajlovic, che la prossima stagione con ogni probabilità non sarà più allenatore della Samp.

INTER-EMPOLI 4-3 - È certamente fuori dall'Europa l'Inter, a cui non bastano i tre punti nella rocambolesca sfida di San Siro con l'Empoli (4-3). Soddisfazione personale per Icardi, che aggancia Toni al primo posto della classifica dei cannonieri a quota 22 reti. Il primo tempo si gioca su ritmi bassi, la squadra di Mancini sembra quasi non credere alla chance di Europa League, nonostante da Genova arrivino notizie di un Parma molto pericoloso nel primo tempo della sfida con la Sampdoria. Poi la gara si accende nella ripresa, ma è la solita pazza Inter: avanti di due gol con Icardi e Palacio, i nerazzurri si fanno riprendere da Mchedlidze e Pucciarelli, poi al 70' ritornano in vantaggio grazie a Brozovic e allungano con il 22° centro di Icardi. Chiude il conto ancora Mchedlidze.

TORINO-CESENA 5-0 - Tutto facile per il Toro in casa con il Cesena: 5-0 il risultato finale con reti di Martinez, Maxi Lopez (doppietta), Benassi e Moretti.

SERIE A, 38ª GIORNATA: RISULTATI, CRONACHE, TABELLINI E STATISTICHE

SERIE A, LA CLASSIFICA FINALE

Per Approfondire

Commenti