Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A Roma, Boniek assolve De Rossi: «Ma quale razzismo...»

Serie A Roma, Boniek assolve De Rossi: «Ma quale razzismo...»
© Bartoletti

L'ex calciatore dei capitolini e della Juventus dice la sua sull'episodio che ha visti coinvolti il centrocampista e l'attaccante: «Una frase può scappare se sei arrabbiato, a me dicevano lavavetri»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 25 gennaio 2016 10:21

ROMA - L'ex campione della Roma e della Juventus Zibigniew Boniek assolve il centrocampista giallorosso per il presunto labiale di stampo razzista rivolto al centravanti bianconero Mandzukic ieri sera durante Juve-Roma: "Quando sei arrabbiatissimo in campo si dicono tante cose, una frase ti può scappare, ma non è razzismo. Ai miei tempi qualche volta mi dicevano lavavetri" dice l'ex calciatore oggi alla guida della federcalcio polacca intervenendo al programma radiofonico 'Radio anch'io lo sport'.

"Una volta - aggiunge Boniek - c'erano meno telecamere, ma soprattutto la gente in campo era diversa. Se c'era qualcosa da chiarire lo si faceva nel tunnel degli spogliatoi a fine partita, e tutto si chiudeva lì. Oggi è diverso, ci sono i giornalisti. Quando vuoi offendere qualcuno cerchi il suo punto debole, ma sbollita la rabbia della partita è tutto finito. ora andare là a cercare e a verificare un labiale di de Rossi, non è razzismo. E Mandzukic in campo è stato un rompiscatole, ha alzato il gomito e secondo me l'ha fatto apposta".

SU SALAH - Salah come Zibi Boniek? Non ditelo, o si offende l'ex attaccante polacco, per anni in forza alla Juventus e alla Roma. Lo fa in modo scherzoso, ma non del tutto, nel corso di 'Radio anch'io lo sport', rispondendo a una domanda sulle somiglianze fra le qualità dell'ex campione bianconero, oggi alla guida della federcalcio polacca, e il giovane egiziano della formazione giallorossa. "Io giocavo come Salah? senti figlio mio - ha replicato Boniek - comincia a vedere un pò di filmati e poi parliamo, io ho giocato e vinto coppe, campionati, fatto tante finali". "Ho visto giocatori ieri sera - dice Boniek - che in 90 minuti non hanno mai saltato l'uomo. È stata una partita molto modesta, la Roma poteva fare di più". E Salah? "Ha buoni manager, una buona immagine di mercato - ha detto Boniek - ma giocare così non è bene per la sua formazione, con un totale disinteresse quando gli avversari hanno la palla. Ci sono diversi della Roma sotto tono, bisogna capire perchè". Sul campionato, Boniek vede bianconero: "Il Napoli sarà capace di resistere alla marcia della Juventus che vince sempre dovunque? E poi ha quel fenomeno di Dybala".

SU PLATINI - "L'hanno fatto fuori, ma Michel Platini è un uomo onesto". L'ex compagno di mille battaglie in bianconero Boniek difende l'ormai ex capo dell'Uefa, squalificato per 8 anni e di fatto estromesso da ogni incarico nel mondo del calcio. Boniek - attualmente a capo della federcalcio polacca - sostiene che Platini "è stato fatto fuori dalla Fifa, ma se si rivolge alla giustizia ordinaria sarà assolto al 100%. Chi conosce Michel sa che è una persona pulita e onesta. Come si può condannarlo per una cosa di anni fa, registrata, con tutte le tasse pagate ? Io ero e sono suo amico, lo stimo. Mi dispiace per questa faccenda. Platini - conclude Boniek - era uno dei più importanti dirigenti del mondo del calcio, e da un giorno all'altro è stato cacciato".

Articoli correlati

Commenti