Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Napoli-Torino 5-3: poker Mertens e sorpasso al Milan

Napoli-Torino 5-3: poker Mertens e sorpasso al Milan
© LaPresse

Partita incredibile al San Paolo, la squadra di Sarri ne fa 5 al Toro grazie ai quattro gol del belga e a Chiriches

Sullo stesso argomento

di Filippo Testini

domenica 18 dicembre 2016 16:16

NAPOLI - Mertens non fa rimpiangere l'assenza di Milik. I suoi quattro gol regalano la vittoria al Napoli che ora sorpassa il Milan e si avvicina alla Roma, al secondo posto. Male, se non malissimo, il Torino di Mihajlovic che mostra evidenti lacune in fase difensiva. Complice, forse, il ko contro la Juve nel turno scorso. Non bastano i gol di Belotti, Rossettini e Iago Falque. Oltre al rilancio in campionato, i ragazzi di Sarri trovano il sesto risultato utile consecutivo in Serie A (4 vittorie e 2 pareggi), nonché il 6° successo casalingo.

CLASSIFICA SERIE A

NAPOLI-TORINO 5-3: TABELLINO E STATISTICHE

LE SCELTE - Soprese da entrambe le formazioni. Sarri sceglie Chiriches e Jorginho, lasciando in panchina l'ex Toro Maksimovic e Diawara. In attacco per il Napoli ci sono Insigne, Callejon e Mertens che agisce da "falso nueve". Dall'altra parte, Mihajlovic opta per Moretti centrale di difesa al posto di Castan, Zappacosta avanzato, con Iago Falque in panchina, e De Silvestri terzino destro.

I "CINQUE MINUTI" DI MERTENS - Napoli subito aggressivo nei primi minuti di gioco. Dopo il brivido sulla punizione di Ghoulam che fa la barba al palo, a Mertens prendono i cosiddetti "cinque minuti". Al 14', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Ghoulam libera Callejon dal fondo, cross sul primo palo dello spagnolo con Mertens che anticipa tutti e con un tocco velenoso batte Hart. Ma il numero 14 non si ferma e dopo cinque minuti, appunto, trova il gol del raddoppio. Ingenuità per Barreca che commette fallo da dietro in area, Doveri non ha dubbi e assegna il calcio di rigore! Dal dischetto va proprio l'attaccante azzurro che non sbaglia, esecuzione perfetta e 2-0 per i padroni di casa. Il San Paolo è una bolgia.

ANCORA LUI! - Quest'oggi il belga è inarrestabile, forma e fiducia sono alle stelle e si vede. Al 24' è ancora lui a far male al Torino. Callejon ci prova da fuori, Hart incerto devia il pallone sui piedi di Mertens che dribbla il portiere e calcia. Rossettini fa il miracolo in scivolata ma il pallone finisce ancora all'attaccante che di punta infila il tris. Terzo gol in otto minuti per Mertens. Spaventoso.

TORO LENTO - Mihajlovic prova a correre ai ripari. Fuori uno spento Valdifiori, dentro Lukic alla terza presenza in campionato con la maglia del Toro. Il cambio, però, non migliora la prestazione degli ospiti che fanno fatica a trovare varchi, anche a causa della troppa lentezza nell'impostazione. Invece, il Napoli continua a pressare, come se il risultato fosse sullo 0-0 e al 48' sfiora il quarto gol della gara. Da trenta metri Insigne serve un pallone delizioso a Callejon che con il destro al volo cerca l'angolino ma il pallone esce di un soffio.

BELOTTI ACCORCIA - Altro cambio per il Torino, questa volta offensivo: esce De Silvestri con Zappacosta che torna a fare il terzino destro, entra Iago Falque. La sostituzione, questa volta, premia la squadra di Mihajlovic che al 59' accorcia le distanze con il solito Belotti. Tutto nasce da un'incursione in area di Benassi, la difesa interviene ma la palla diventa un assist per il "Gallo" che dall'interno dell'area si avventa sul pallone e batte Reina. Con questa rete, l'attaccante del Toro aggancia i due capocannonieri del campionato Dzeko e Icardi a dodici realizzazioni.

BOMBER CHIRICHES, MALE REINA - Mertens-Callejon-Chiriches. Il trio che vale il poker per il Napoli. Il difensore centrale si stacca dall'area e inizia l'azione azzurra, lascia a Mertens che prolunga a Callejon. Lo spagnolo crossa al centro proprio per Chiriches che aveva seguito il contropiede ed infila a porta sguarnita. Bomber vero. Prima del quarto gol, Sarri aveva rimesso mano alla panchina, inserendo Diawara al posto di Jorginho. Esce fuori l'orgoglio del Torino e al 77', infatti, accorcia nuovamente le distanze. Sugli sviluppi un calcio di punizione battuto da Ljajic, Reina esce ma non trattiene e Rossettini da due passi infila la porta del Napoli.

MERTENS, CHE EUROGOL! - Mertens è scatenato e all'80' il San Paolo si inchina per il suo quarto gol, incredibile. Ricevuta palla in area, si allarga e con un tocco da posizione impossibile pietrifica Hart con un pallonetto da fantascienza. E' il settimo gol in due partite e il decimo in stagione per il belga che si candida ad essere uno dei protagonisti nella classifica dei capocannonieri. L'ultimo giocatore prima di Mertens a realizzare un poker in Serie A era stato Berardi contro il Milan (gennaio 2014). Le emozioni non finiscono, all'83' Doveri vede una spinta di Callejon su Iago Falque e assegna il rigore. Dal dischetto va proprio l'ex Roma che non sbaglia siglando il terzo gol per il Toro.

@filippotestini

Articoli correlati

Commenti