Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Chievo-Verona 3-2, cuore Hellas ma Maran fa festa col tandem Inglese-Pellissier

Chievo-Verona 3-2, cuore Hellas ma Maran fa festa col tandem Inglese-Pellissier
© ANSA

La squadra di Pecchia, in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo, s'inchina alla rete del 38enne

 

domenica 22 ottobre 2017 14:20

VERONA - E sono 6. Il Chievo prosegue la sua irrefrenabile ascesa impreziosendo la sua striscia di 6 risultati consecutivi con una vittoria rocambolesca nel derby. Il Verona gioca con il cuore, riesce a riscrivere le gerarchie del match anche in inferiorità numerica, ma alla fine si deve arrendere al maggior tasso di esperienza dei clivensi. 

COLPI DI SCENA - La contesa si accende subito al 6’ quando Verde è lesto ad infilare in porta la respinta di Sorrentino che era intervenuto sul cross di Caceres. La strada sembra in discesa per la squadra di Pecchia che però cala d’intensità e incassa il pareggio già a metà primo tempo: Inglese è bravissimo a liberarsi della marcatura e a schiacciare in porta l’assist su punizione di Birsa. L’attaccante di proprietà del Napoli concede il bis alla mezzora: Zuculini regala un calcio di rigore con un fallo ingenuo su Hetemaj e il numero 45 trasforma di potenza toccando quota 4 reti in campionato. La giornata di tregenda di Zuculini viene ufficializzata dal rosso al 39’: l’argentino sembra colpire la palla ma l’arbitro Abisso sventola lo stesso il secondo giallo.

Chievo-Verona 3-2, tabellino e statistiche

LA RIPRESA - Sembra tutto apparecchiato per un secondo tempo tranquillo per il Chievo che invece si smarrisce improvvisamente: l’episodio che ribalta nuovamente il match è il fallo di mano di Gamberini che si oppone al colpo di testa di Caceres con il braccio troppo largo. Il var conferma il calcio di rigore che Pazzini realizza raggiungendo quota 3 gol in stagione. Il pareggio anestetizza gli uomini di Maran che però lentamente risalgono la corrente fino alla rete del 3-2: Castro recupera un pallone prezioso e lo fornisce sulla fascia a Cacciatore. Sul cross dalla destra si proietta Pellissier che con un tocco sporco fa esplodere la gioia dei clivensi. A 4 minuti dalla fine è il 22ene polacco Stepinski a cercare di mettere la cera lacca sul risultato ma il suo gol è annullato, grazie al Var, per fuorigioco. Sarebbe stata una punizione eccessiva per il Verona che ha giocato comunque una partita di grande orgoglio. Il Chievo raccoglie 3 punti pesanti in chiave salvezza e ora può legittimamente fare un pensierino all’Europa League.

Articoli correlati

Commenti