Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Verona-Juventus 1-3: decisivo Dybala, doppietta da fenomeno

Serie A, Verona-Juventus 1-3: decisivo Dybala, doppietta da fenomeno
© LaPresse

La Joya si scatena nella ripresa e regala ad Allegri tre punti preziosi al rientro tra i titolari dopo tre panchine consecutive: il Napoli torna a -1

Sullo stesso argomento

 

sabato 30 dicembre 2017 22:38

ROMA - Il Verona si inchina a Dybala. Allegri si gode il suo campione ritrovato, schierato titolare al Bentegodi dopo averlo relegato in panchina per tre partite consecutive in campionato. La Joya lo ha ripagato con una doppietta da fenomeno che vale tre punti d'oro in chiave scudetto. La vittoria riporta la Juventus a -1 dal Napoli. La corsa scudetto al momento sembra riguardare solo le prime due, con Inter e Roma in affanno e in ritardo. Il Verona ha giocato un'ottima partita e nella ripresa ha trovato il meritato pareggio con l'ex Caceres prima che si scatenasse il fenomeno con il numero 10 sulle spalle. La Juventus si è un po' seduta dopo aver sbloccato subito il risultato con Matuidi, ed ha avuto la colpa di tenere la gara aperta per troppo tempo.

MATUIDI GOL - Insieme con Dybala, in attacco ci sono Mandzukic e Higuain. A centrocampo Bentancur al posto di Pjanic, con Matuidi e Khedira ai lati. La Juve parte forte e trova il gol dopo soli 6': Higuain centra il palo con un gran tiro dal limite, sulla ribattuta si avventa Matuidi che supera Nicolas con un tiro sporco. 

Mai i bianconeri erano passati in vantaggio così presto in questo campionato. Il Verona però, dopo lo stordimento iniziale si riprende e reagisce, creando qualche apprensione alla retroguardia della Juventus.  I bianconeri hanno due grandi occasioni per chiudere il match nel primo tempo, sempre con Higuain: la prima su punizione che esce di pochissimo al 19'. La seconda clamorosa al 40', con Nicolas che respinge d'istinto un tiro ravvicinato dell'argentino.

DYBALA FA IL FENOMENO - Nella ripresa Allegri inserisce Bernardeschi al posto di un deludente Bentancur. La Juve però non spinge sull'acceleratore e continua a tenere pericolosamente in partita il Verona. A punirla, al 59', è proprio l'ex Caceres, che spara un destro preciso dal limite dell'area su cui Szczesny non arriva. A tirar fuori dai guai la Juventus, non poteva che essere Dybala. Il primo colpo del campione, in ombra fino a quel momento, arriva al 72': un guizzo dentro l'area su assist di Lichtsteiner, che non lascia scampo a Nicolas. Torna l'esultanza con la maschera, nel momento più difficile per la Juventus. Cinque minuti dopo la Joya mette a segno anche il colpo del definitivo ko con un altro gol da campione: stavolta fa tutto da solo in mezzo a 4 o 5 giocatori del Verona. È la prima doppietta fatta con il piede destro dall'argentino. Due minuti dopo, ancora Dybala sfiora addirittura la tripletta su punizione. La partita ormai è chiusa, la Juve ritrova il suo campioncino e centra una vittoria che in casa del Verona mancava dal 2001. Un altro tabù infranto, un'altra vittoria preziosa. La corsa continua.

VERONA-JUVENTUS, TABELLINO, CURIOSITA' E STATISTICHE

CLASSIFICA SERIE A

Articoli correlati

Commenti