Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A, Torino-Juventus 0-1: decide Alex Sandro, si rivede Dybala
© Juventus FC via Getty Images
Serie A
0

Serie A, Torino-Juventus 0-1: decide Alex Sandro, si rivede Dybala

Il brasiliano, su assist di Bernardeschi, regala il derby ad Allegri. Higuain ko dopo un quarto d'ora per un problema alla caviglia, la Joya entra in campo nella ripresa

TORINO – Non è la giornata di Higuain, ma è quella di Alex Sandro nell’insolita veste di esterno d’attacco. Il Pipita guarda la sfida dalla panchina dopo uno scontro con Sirigu nei primi minuti, il brasiliano la fa sua sfruttando in tutta facilità la giocata di Bernardeschi al 33’. Il derby di Torino è ancora della Juve, che si porta momentaneamente in testa al campionato in attesa del Napoli e ritrova la fantasia di Dybala entrato in campo nel corso della ripresa. L’argentino mancava dallo scorso 6 gennaio e anche se non ancora al meglio dal punto di vista fisico sarà la risorsa in più per Allegri in vista dell’appuntamento di Champions a Wembley contro il Tottenham.

Torino-Juventus 0-1: tabellino e statistiche

Classifica Serie A

Problemi per Higuain durante il derby: fuori al 15'

SOS PIPITA - Allegri è subito costretto a far fronte a una pesante emergenza: Higuain ha bisogno delle cure dello staff sanitario dopo il contatto con Sirigu che gli procura un fastidio alla caviglia sinistra. Il Pipita tenta di restare in campo, ma le smorfie di dolore sono troppo evidenti e la Juventus si trova già a operare il primo cambio al quarto d’ora. Fuori l’argentino – che scuote la testa - e dentro Bernardeschi con Douglas Costa che si sposta al centro dell’attacco. Da segnalare in precedenza l’intelligente movimento difensivo di Rugani, che non segue né Obi né Belotti in occasione del pericoloso contropiede del Toro e non permette al centrocampista di servire ottimamente il Gallo.

SI ACCENDE DOUGLAS - Orsato sorvola sul brutto intervento di Ansaldi ai danni di Pjanic (il giallo non arriva) e al 20’ c’è bisogno di De Silvestri per salvare la squadra di Mazzarri dal sinistro volante e a botta sicura di Asamoah dopo la straordinaria accelerazione di Douglas Costa. Il terzino granata si ripete poco prima della mezz’ora con un colpo di testa che in realtà non riesce a mettere molta paura a Szczesny, quest’oggi preferito a Buffon.

SBLOCCA ALEX SANDRO - Il calcio di punizione “sbagliato” da Pjanic (giusta risposta di Sirigu) è solo il preludio a ciò che avviene al 33’: la combinazione vincente tra Alex Sandro e Bernardeschi porta l’ex Fiorentina a evitare Molinaro con un dribbling a mettere in mezzo un pallone che il brasiliano deve soltanto spingere in rete per l’1-0 della Juventus.

RIECCO DYBALA - L’arbitro non sanziona neanche Chiellini quando si lascia andare a una manata su Belotti tra le proteste del Toro mentre l’ingresso di Niang al posto di Baselli offre brio e vitalità ai granata tant’è che De Sciglio fa suo il primo giallo della partita per la trattenuta ai danni dell’ex attaccante del Milan. Una buona notizia per i tifosi juventini: si rivede Dybala (ultimo match il 6 gennaio) che prende il posto di Douglas Costa al 67’ anche se nel giro di pochi minuti spreca ben due palle gol. Il forcing finale da parte della squadra di Mazzarri - tanto possesso palla, ma poche conclusioni - non porta a nulla di buono. L'unica occasione degna di nota è quella di Iago Falque, che però non sorprende Szczesny. Il derby è della Juve.

Allegri: "Higuain ha preso un colpo, Bernardeschi nulla di grave"

Vedi tutte le news di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti