Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Hellas-Chievo 1-0: Antonio Caracciolo decide il derby di Verona

Serie A, Hellas-Chievo 1-0: Antonio Caracciolo decide il derby di Verona
© LAPRESSE

Pecchia fa festa grazie alla rete segnata a inizio ripresa dal difensore che rilancia così le ambizioni salvezza della sua squadra e inguaia i "cugini"

Sullo stesso argomento

 

sabato 10 marzo 2018 22:49

VERONA - Come ieri all'Olimpico anche stasera al 'Bentegodi' il pensiero di tutti è andato a Davide Astori, capitano della Fiorentina tyragicamente scomparso. Un minuto di silenzio prima del decimo derby di Verona in Serie A e guanti speciali con dedica indossati da Sorrentino, portiere del Chievo. Guanti che non gli hanno però consentito di evitare a inizio ripresa il gol di Antonio Caracciolo.

Una rete pesantissima che inguaia i clivensi e consente invece ai "padroni di casa" di incamerare la seconda vittoria consecutiva dopo quella con il Torino seguita dal rinvio della trasferta di Benevento.

Hellas-Chievo 1-0: numeri e statistiche del match

SQUADRE BLOCCATE - Pecchia sceglie il 4-4-2 per il suo Hellas e davanti si affida a Ryder Matos-Petkovic, mentre sull'altro fronte Maran risponde con un 4-3-1-2 in cui Birsa è chiamato a supportare il tandem d'attacco Meggiorini-Inglese. Fin dall'avvio le due squadre sembrano condizionate dalle rispettive deficitarie classifiche e le emozioni sono merce rara: il Verona ci prova al 7' con una gran botta di Buchel (ammonito poi alla mezzora per proteste) deviata in corner con i pugni di Sorrentino, più pericoloso il Chievo prima del riposo (40') quando Meggiorini mette davanti al portiere Castro che viene però murato da un provvidenziale intervento del portiere Nicolas.

Serie A, segui le dirette della 28esima giornata 

LAMPO CARACCIOLO - Proprio Meggiorini resta però negli spogliatoi all'intervallo e al rientro in campo c'è Giaccherini. La mossa non porta però i frutti sperati perché a passare dopo pochi minuti (52') è invece l'Hellas: cross basso di Verde e Caracciolo di sinistro spedisce alle spalle di Sorrentino. Maran si gioca così anche la carta Pellissier (fuori Hetemaj al 62') e Pecchia replica inserendo Zuculini al posto di Verde. Nel frattempo la gara si "incattivisce": Gobbi, Bani, Pellissier, Radovanovic, Matos, Cacciatore e Franco Zuculini gli ammoniti di una ripresa in cui il Chievo cerca invano il pareggio.

Stepinski per Birsa è l'ultimo cambio ospite (87') ma nel finale c'è spazio anche per Aarons (fuori Felicioli all'85') Fossati (out Calvano all'88') tra le fila di un Hellas che gestisce senza eccessivi affanni il risultato e al triplice fischio finale può festeggiare una vittoria che rilancia le ambizioni salvezza di Pecchia. Già, perché ora il quart'ultimo posto è a un solo punto (a quota 23 ci sono Spal e Sassuolo) e a tre sole lunghezze dai "cugini" clivensi.

Serie A, la classifica

Articoli correlati

Commenti