Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fiorentina

Vedi Tutte
Fiorentina

La Fiorentina: «Solo silenzio e rispetto per onorare Astori»

La Fiorentina: «Solo silenzio e rispetto per onorare Astori»
© LAPRESSE

L'Uefa ha deciso di far osservare un minuto di silenzio prima di tutte le partite di Champions ed Europa League di questa settimana per onorare la memoria del difensore

Sullo stesso argomento

 

lunedì 5 marzo 2018 23:04

UDINE - Verrà effettuata martedì l'autopsia per accertare le causa del decesso, avvenuto nella notte tra sabato e domenica scorsa, del capitano della Fiorentina Davide Astori. Il medico legale consegnerà al procuratore Antonio De Nicolo la relazione sui primi rilievi. Assieme alle deduzioni del perito arriverà anche l'informativa dei carabinieri che hanno raccolto testimonianze e la documentazione medica in possesso della società di calcio. Al termine dell'autopsia  il corpo del capitano sarà restituito ai familiari per poter svolgere i funerali giovedì.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

21.37 LA FIORENTINA: «SOLO SILENZIO E RISPETTO PER ONORARE LA MEMORIA DI DAVIDE»
«La Fiorentina, ancora sotto choc per il drammatico momento, chiede silenzio e rispetto da parte di tutti». Così, con una breve nota sui propri canali ufficiali, la società viola ha voluto replicare alle tante ed incontrollate voci che per tutto il giorno si sono rincorse riguardo a eventuali iniziative in ricordo di Davide Astori ed a sostegno della sua famiglia. Iniziative che, fanno sapere dal club viola, saranno valutate prossimamente in accordo con i familiari del capitano scomparso improvvisamente nella notte tra sabato e domenica. Adesso però la tragedia è ancora fresca e ciò impone "solo silenzio e rispetto da parte di tutti". 

18.55 LA FIORENTINA PENSA A UNO PSICOLOGO PER I GIOCATORI
Da domani i giocatori della Fiorentina potrebbero essere affiancati da uno psicologo. È quanto trapela da ambienti vicini al club viola dopo la tragedia della scomparsa improvvisa del capitano della squadra Davide Astori. Una tragedia che ha scioccato tutto il mondo del calcio e in particolari i giocatori viola che l'hanno vissuta da vicino. Intanto proseguono inarrestabili i messaggi per ricordare Astori. Fra i più toccanti quello di Luigi Ciatti, il padre del giovane tifoso viola ucciso tempo fa in una discoteca a LLoret de Mar:«Sarete sicuramente uno accanto all'altro, due bravi ragazzi che avrebbero meritato di viverla fino in fondo, un destino crudele vi ha portato via troppo presto», scrive l'uomo su Facebook accompagnando queste parole con una foto del capitano della Fiorentina mentre depone un mazzo di fiori davanti allo striscione dedicato proprio a Niccolò ai piedi della curva Fiesole.

18.32 RANOCCHIA: «UNA FORTUNA ESSERE PICCOLA PARTE TUA VITA»
«Mi mancherai tanto, mancherai a tutti. È stata una fortuna essere una piccola parte della tua vita. Ciao Asto!». Andrea Ranocchia, difensore dell'Inter, ricorda così su Twitter Davide Astori.

17.40 MATUIDI: «ANDREMO AVANTI ANCHE IN SUO ONORE»
«Faccio le mie condoglianze alla famiglia di Davide Astori. Io non lo conoscevo ma molti miei compagni si, e sono addolorati. Ho avuto modo di capire che non perdiamo solo un grande calciatore, ma anche una grande persona. Non è mai facile tornare in campo dopo una tragedia simile, ma il calcio cerca di andare avanti, anche in suo onore». A dirlo il centrocampista della Juventus, Blaise Matuidi, al sito bianconero.

 

+++16.28 UN MINUTO SI SILENZIO SU TUTTI I CAMPI DI CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE+++
Verrà osservato un minuto di silenzio prima di tutte le partite di Champions ed Europa League di questa settimana per onorare la memoria di Davide Astori, capitano della Fiorentina e difensore della Nazionale scomparso ieri a Udine a 31 anni. Lo rende noto l'Uefa.

16.20 LA GALLERIA DEGLI UFFIZI DEDICA UNA MOSTRA AL CAPITANO VIOLA 
"La mostra 'Dipingere e disegnare da gran maestro: il talento di Elisabetta Sirani', presentata questa mattina a Firenze, per volonta' del direttore Eike Schmidt e di tutti i colleghi delle Gallerie degli Uffizi, è dedicata a Davide Astori, capitano della Fiorentina, scomparso improvvisamente ieri". È questo quanto si legge in un comunicato diffuso dall'ufficio stampa delle Gallerie degli Uffizi di Firenze. La mostra su Elisabetta Sirani, si terrà dal 6 marzo al 10 giugno prossimo, nella sala Edoardo Detti e nella sala del Camino, al primo piano della Galleria degli Uffizi di Firenze.

16.15 LETTERA DEI TIFOSI VIOLA: «FIERI DI AVERTI AVUTO COME CAPITANO»
«Siamo fieri di averti avuto come capitano Davide. Ti ringraziamo per quello che hai dato a Firenze, il tuo esempio non morirà mai, rimarrà indelebile nel tempo». È questo uno dei passaggi di una lettera aperta pubblicata sul profilo Facebook 'Fuori dal coro' e firmata da undici viola club fra i più rappresentativi della tifoseria gigliata, oltre dai quattro colori del Calcio storico fiorentino, indirizzata idealmente a Davide Astori, calciatore gigliato scomparso nelle scorse ore ad Udine. «Ci siamo visti l'ultima volta un mese fa - si legge ancora nella lettera dei supporter viola rivolta ad Astori - quando il mister ha interrotto gli allenamenti e siete venuti da noi a parlare. Tu eri il primo. Davanti a tutti, non hai mai abbassato lo sguardo, ascoltavi guardandoci negli occhi, fiero ed orgoglioso. E quando vi abbiamo chiesto di essere uomini e di non perdere mai la dignità hai fatto un passo avanti e hai garantito per tutti. Da vero capitano, da vero uomo. Allo stesso modo hai preso la fascia da capitano che ti abbiamo dato insieme ai ragazzi del Calcio storico, l'hai indossata e soprattutto l'hai onorata. Ti facciamo una promessa, tua figlia Vittoria saprà da una città intera la tua storia - termina la lettera dei supporters viola, corredata da una foto di Astori con la maglia numero 13 - La storia di un uomo vero guerriero e grande uomo. Buon viaggio capitano, con tutto il cuore la tua curva!». 

16.00 I FRATELLI DELLA VALLE HANNO LASCIATO FIRENZE
I proprietari della Fiorentina, Diego e Andrea Della Valle, hanno lasciato nella tarda mattinata di oggi la citta' di Firenze, dopo aver svolto nelle prime ore odierne una serie di riunioni operative con gli altri dirigenti del club gigliato per gestire la situazione all'interno della societa' viola dopo la prematura scomparsa del difensore Davide Astori, avvenuta nella notte fra sabato e domenica scorsa, ad Udine. In particolar modo Diego Della Valle ha fatto visita al centro sportivo gigliato per calendarizzare l'organizzazione delle attivita' sportive del club nelle prossime ore e dell'eventuale funerale del capitano viola, qualora si decidesse di far svolgere l'estremo saluto ad nella citta' di Firenze. Ieri pomeriggio lo stesso Diego Della Valle era stato all'obitorio dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine dove era stato portato il corpo senza vita del difensore gigliato classe '87, parlando poi lungamente sia con i famigliari, di Davide Astori, che con la compagna, Francesca

15.14 LETTERA DELLA CURVA FIESOLE
Ecco il comunicato diffuso dai gruppi della Curva Fiesole, per ricordare Davide Astori: «Ci siamo visti l'ultima volta un mese fa. Quando il Mister ha interrotto gli allenamenti e siete venuti da noi a parlare. Tu eri il primo. Davanti a tutti, non hai mai abbassato lo sguardo, ascoltavi guardandoci negli occhi, fiero e orgoglioso. E quando vi abbiamo chiesto di essere uomini e non perdere mai la dignità hai fatto un passo avanti e hai garantito per tutti. Da vero capitano, da vero uomo. Allo stesso modo hai preso la fascia da capitano che ti abbiamo dato insieme ai ragazzi del Calcio Storico, l'hai indossata e soprattutto l'hai onorata. Siamo fieri di averti avuto come capitano Davide. Ti ringraziamo per quello che hai dato a Firenze, il tuo esempio non morirà mai, indelebile nel tempo. Ti facciamo solo una promessa, tua figlia Vittoria saprà da una città intera la TUA storia. La storia di un vero guerriero e un grande uomo».

14.31 GIOVEDI I FUNERALI DI ASTORI  A FIRENZE
Il tweet della Fiorentina che annuncia i funerali di Davide Astori. Le esequie si terranno nella Basilica di Santa Croce alle ore 10.00.

14.17 PROCURA: «GLI ESAMI VERRANNO DECISI DAGLI ESPERTI NOMINATI»
L'incarico è stato conferito all'anatomopatologo Carlo Moreschi e al professore dell'Università di Padova Gaetano Thiene, direttore del Centro di patologia vascolare, con specifica competenza in materia. Ai due esperti la Procura ha conferito «un quesito il più ampio possibile - ha spiegato il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo - poi decideranno loro in concreto quali esami svolgere». 

ASTORI, IL RICORDO DI SAPONARA

14.02 PRESIDENTE FMSI: «CAUSE POTREBBERO ESSERE GENETICHE MA SCONOSCIUTE»
«Le cause potrebbero essere genetiche ma sconosciute e potrebbero non essere evidenziate neanche con gli esami più accurati». Sono le parole di Maurizio Casasco, Presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana (Fmsi) intervenuto al Giornale radio di Rai Radio 1. Il dottore ha agigunto: «L'autopsia sicuramente potrà dare delle risposte, anche se non sono sicuro», ha aggiunto sempre in merito alla morte di Astori.

13.27 SALMA RICONSEGNATA DOMANI SERA
La salma sarà riconsegnata alla famiglia domani sera o al massimo mercoledì mattina. La famiglia e la Fiorentina nomineranno dei consulenti di parte. La Procura ha acquisito tramite i carabinieri di Firenze tutta la documentazione del calciatore, anche gli esami svolti mercoledì scorso: è arrivata a Udine tramite Pec. Un primo responso sull’autopsia ci sarà domani sera in forma sintetica, risultati dettagliati saranno disponibili dopo 60 giorni. Sul corpo saranno svolti anche gli esami tossicologici. 

I TIFOSI DELLA FIORENTINA PIANGONO ASTORI

13.10 AUTOPSIA: INCARICATI MEDICO LEGALE E PROFESSORE UNIVERSITARIO
L’esame autoptico sarà eseguito dall'anatomopatologo Carlo Moreschi e dal professore dell'Università di Padova Gaetano Thiene. L’investigazione sarà a 360 gradi e dovrà far luce su eventuali analisi non accurate e chiarire anche se il calciatore ha assunto sostanze che possono aver portato alla morte. 

13.00 - BANDIERE A MEZZ'ASTA E LUTTO AL BRACCIO
Bandiere a mezz'asta a Coverciano, la casa che ospita tutte le squadre azzurre, e nella sede della FIGC a Roma. Inoltre tutte le squadre azzurre impegnate in questi giorni scenderanno in campo con il lutto al braccio ed osserveranno un minuto di raccoglimento per onorare la memoria del calciatore della Nazionale e capitano della Fiorentina morto ieri a Udine. 

12.54 - «IPOTESI DI OMICIDIO COLPOSO»
"Abbiamo aperto un procedimento penale con ipotesi di omicidio colposo, allo stato attuale a carico di ignoti, e abbiamo disposto l'autopsia che verrà eseguita prossimamente", lo ha annunciato il procuratore capo di Udine, Antonio De Nìcolo, in conferenza stampa.  Oggi sarà ufficializzata l'apertura del fascicolo senza ipotesi di reato e senza indagati. "Un atto dovuto", ha spiegato il procuratore De Nicolo. "E' un dovere accertare se la morte di Astori è avvenuta per tragica fatalità o se qualcuno avrebbe dovuto percepire qualcosa", ha proseguito il Procuratore di Udine, Antonio De Nicolo, sottolineando che "in questo momento non c'è nessuna responsabilità di qualcuno, che ci sembra potrebbe rispondere di qualcosa". L'avvio di questa procedura giudiziaria "ci permette di individuare responsabilità se ci sono in chi lo seguiva". L’ipotesi di reato di omicidio colposo consente di procedere all’autopsia, è il reato più semplice da ipotizzare visto quello che è accaduto. 

«IN ITALIA CONTROLLI TOP MA SI RISCHIA LO STESSO»

12.45 LE LACRIME DELLA FIORETTI
Ieri pomeriggio la compagna di Astori, Francesca Fioretti, partita da Firenze, è arrivata all'obitorio di Udine nel tardo pomeriggio, seduta sul sedile posteriore di una monovolume, capo chino e gli occhi gonfi di pianto. La compagna è rimasta con Davide e i suoi familiari per oltre un'ora. Poi è ripartita per Firenze. I genitori e i fratelli del capitano sono invece stati riaccompagnati, sempre scortati da una gazzella dei Carabinieri, nell'hotel alle porte di Udine, stretti nel loro dolore. I familiari sarebbero ancora a Udine per sbrigare le ultime pratiche.

12.30 LA FAMIGLIA NELLO STESSO ALBERGO DI UDINE
I familiari di Davide Astori, i genitori e i fratelli del calciatore, hanno passato la notte all'hotel "Là di Moret" a Udine, lo stesso albergo in cui sabato sera Davide è morto, probabilmente nel sonno nel letto della camera 118. I genitori erano stati raggiunti ieri mattina dalla drammatica notizia del decesso del figlio, contattati telefonicamente dai dirigenti della Fiorentina che si trovavano a Udine in ritiro con la squadra. Comprensibilmente sconvolti dal dolore, si sono messi in auto insieme ai fratelli di Davide, e hanno raggiunto Udine intorno alle 15. Poi si sono spostati nelle celle mortuarie dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine dove hanno trascorso tutto il pomeriggio.

12.15 STANZA DI ALBERGO TROVATA IN ORDINE
La stanza 118, al primo piano dell'ala nuova dell'hotel "Là di Moret", in cui il capitano della Fiorentina Davide Astori dormiva da solo era in ordine. A quanto si apprende da fonti investigative, non è stato trovato nulla di anomalo. Il giocatore era steso a letto sotto le coperte. Il malore, un probabile arresto cardiocircolatorio per cause naturali, lo avrebbe colto nel sonno. E' plausibile che il difensore non si sia dunque accorto di nulla. L'ultimo whatsapp Astori lo aveva scambiato intorno alle 23.30 di sabato sera con il compagno di squadra Marco Sportiello, con cui aveva da poco terminato una partita alla play station. Il portiere lo aveva avvisato che aveva dimenticato le scarpe nella sua stanza. Davide gli aveva risposto che le avrebbe prese la mattina seguente.

LA MORTE DI ASTORI SUI SITI ESTERI

12.00 FIRENZE, PROCESSIONE ALLO STADIO
Firenze si è risvegliata sotto la pioggia ma soprattutto con il cuore gonfio nel ricordo del capitano della Fiorentina Davide Astori, scomparso prematuramente mentre era in ritiro con la propria squadra ad Udine. La processione dei tifosi, iniziata ieri davanti allo stadio, sta continuando incessante anche dalle prime ore di questa mattina: in tanti hanno portato e stanno portando sciarpe, mazzi di fiori, bandiere, maglie, striscioni in omaggio al capitano. Non mancano ricordi e cimeli anche di altri club, come quelli dell'Empoli, del Torino e anche di società straniere. Tanti anche i biglietti e i messaggi affissi sulle cancellate dello stadio. Diego e Andrea Della Valle da ieri sera si trovano a Firenze, riuniti con gli altri dirigenti viola, in attesa degli esiti dell'autopsia in corso ad Udine, per poi valutare il da farsi. Città e società sono comunque disorientate, sotto shock e incredule.

L'ULTIMA NOTTE DI ASTORI

Articoli correlati

Commenti