Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Polonia-Italia, Boniek: «Potete batterci. Piatek? Non segnerà sempre...»
© EPA
Genoa
0

Polonia-Italia, Boniek: «Potete batterci. Piatek? Non segnerà sempre...»

A due giorni dalla sfida di Nations League parla l'ex di Juventus e Roma, attuale presidente federale polacco: «L'attaccante del Genoa è forte, ma bisognerà vedere che apporto darà alla squadra quando i gol non arriveranno»

ROMA - «Dipendesse da me, non giocherei mai contro l'Italia, che è la mia seconda patria. Dopo queste due partite speriamo di non incontrarci più se non in una finale di un torneo importante». Zibì Boniek, attuale presidente della federcalcio polacca, ha sempre un po' di imbarazzo nel trovare davanti l'Italia, Paese che l'ha consacrato grande campione dopo le sue avventure con Juventus e Roma. «Nella prima gara (quella del 7 settembre finita 1-1 al 'Dall'Ara' di Bologna, ndr) avremmo meritato di vincere ma l'Italia ha qualità e domenica può batterci - ha spiegato Boniek ai microfoni di Skysport24 a due giorni dalla trasferta di Nations League che vedrà gli azzurri di Roberto Mancini ospiti della Polonia a Chorzów -. Abbiamo tanti buoni giocatori anche grazie all'Italia, visto che in tanti giocano in Serie A».

E tra i polacchi italiani c'è Piatek, bomber del genoa e attuale capocannoniere della Serie A su cui molte nig hanno già messo gli occhi: «Piatek? È molto interessante e concreto, però è come una ragazza di cui ci si innamora subito: nei primi mesi si vedono solo i lati positivi, ma devi scoprirne il carattere. Lui ha tutto ma non segnerà ogni domenica, bisognerà vedere cosa succederà quando si fermerà per 3-4 giornate e che tipo di apporto darà alla squadra. Comunque è bravo e preparato - ha concluso Boniek - e il Genoa ha fatto bene a prenderlo».

(in collaborazione con Italpress)

La Nazionale arriva al Ponte Morandi

Vedi tutte le news di Genoa

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti