Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Inter

Vedi Tutte
Inter

Icardi, Tapiro d'oro da Striscia la Notizia dopo la rapina

Icardi, Tapiro d'oro da Striscia la Notizia dopo la rapina

L'attaccante nerazzurro non ha gradito il premio da parte della trasmissione satirica e si è rifiutato di abbassare il finestrino a Valerio Staffelli

Sullo stesso argomento

 

lunedì 14 dicembre 2015 18:00

MILANO - Mauro Icardi rapinato. E attapirato. Striscia la Notizia ha deciso di consegnare il Tapiro d'oro all'attaccante nerazzurro dopo la rapina di cui è stato vittima. Maurito è stato raggiunto da due malviventi che gli hanno portato via il suo Hublot Spirit of Big Bang da 29mila euro, mentre parcheggiava in viale Elvezia a Milano. Complici anche, probabilmente, le abitudini molto social del bomber che condivide sui suoi profili le foto dei suoi acquisti di lusso.

LA MANCATA CONSEGNA - L’attapirato Icardi, rincorso dall'inviato di Striscia Valerio Staffelli fino ai cancelli de La Pinetina di Appiano Gentile, si è rifiutato di abbassare il finestrino davanti ai ripetuti tentativi del tapiroforo di consegnargli il premio.

 

Go to training ?? #Hublot #SpiritOfBigBang #RR #SpiritOfRollsRoyce

Una foto pubblicata da Mauro Icardi (@mauroicardi) in data:

PARLA ICARDI - Icardi ha commentato la sua doppietta di Udine ai microfoni di Sky Sport24: «Come dico sempre, il mio lavoro in squadra è aiutare con i miei gol. Non solo io, ma tutti gli attaccanti, penso sia la cosa giusta che dobbiamo fare, al di là di aiutare la squadra in fase difensiva come chiede il mister. Però, penso che il nostro punto forte sia questo, fare gol. Per quanto riguarda la doppietta di Udine, ero già contento con un gol, poi mi è capitata la seconda palla e la dovevo buttare dentro. È una cosa che mi dà morale, mi aiuta, poi si è parlato troppo della mancanza dei miei gol. Questo sicuramente aiuta me e tutta la squadra perché, al di là di tutto, abbiamo preso i tre punti». Sull'Inter capolista, aggiunge: «Sinceramente volevamo essere lassù a Natale. Abbiamo fatto bene noi nell’anticipo, poi abbiamo guardato le altre partite, che sono state decisive prima della sosta natalizia per essere primi in classifica».

Articoli correlati

Commenti