Inter

Vedi Tutte
Inter

Icardi, l'Inter è tutta sua: numeri da fuoriclasse 

Icardi, l'Inter è tutta sua: numeri da fuoriclasse 
© Inter via Getty Images

Prestazioni da urlo e intimità sempre più pubblica: a lui i riflettori

Sullo stesso argomento

di Andrea Ramazzotti

martedì 13 settembre 2016 09:51

MILANO - I numeri sono quelli di un fuoriclasse: tre gol in tre partite ovvero tutte le reti segnate dall’Inter in questo inizio di campionato; cinquanta centri in Serie A con la maglia nerazzurra; cinquantacinque gol complessivi nelle 109 gare (coppe comprese) disputate da quando è a Milano; il tutto toccando pochissimi palloni e tirando solo a botta sicura visto che per essere al secondo posto nella classifica dei marcatori alle spalle di Callejon, Belotti e Kessie ha avuto bisogno di appena quattro conclusioni nello specchio della porta. Mauro Icardi è il protagonista assoluto di questo inizio di stagione dell’Inter, il migliore da quando indossa la maglia nerazzurra.

TUTTO SULL'INTER - CORSPORT TV

CHE NUMERI - Arrivato a Milano nella stagione 2013-14, nelle prime tre giornate segnò un solo gol, nel match contro la Juve; nel 2014-15 tre reti tutte concentrate contro il Sassuolo (7- 0), mentre nel 2015- 16 dopo i primi 270' era ancora a secco. In questo campionato è a quota tre, ma soprattutto le sue prodezze hanno portato alla “causa” quattro punti: mai era stato così decisivo in termini di... classifica per l’Inter. Il tutto a dispetto di una partecipazione alla manovra che ancora non è continua. Perché Mauro tocca pochi palloni, viene poco incontro al gioco e fa poche sponde anche se in fase di non possesso si “batte” di più rispetto al passato. Ha insomma grandi margini di crescita e l’obiettivo di superare il suo record di reti in campionato, le 22 che nel 2014-15 gli permisero di vincere il titolo di capocannoniere, sembra realistico. Anche perché adesso ha ali (Candreva e Perisic) più un centrocampista (Banega) che crossano bene. E lui di testa sta diventando... bravino (già 2 centri più altrettanti sfiorati).

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Articoli correlati

Commenti