Inter

Vedi Tutte
Inter

Pioli: «Voglio un'Inter come nel derby»

Pioli: «Voglio un'Inter come nel derby»
© Inter via Getty Images

Il tecnico: «Non pensiamo al calendario, ma concentriamoci solo su questo incontro. C'è una montagna da scalare e possiamo farcela»

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Andrea Ramazzotti

mercoledì 23 novembre 2016 17:58

BEER SHEVA - Stefano Pioli crede in una vittoria contro l'Hapoel ed è convinto che l'Inter possa passare il turno in Europa League. Nella conferenza stampa pre partita il tecnico non lo ha nascosto.

Pioli, con lei l’Inter è in ripresa? Che sensazioni ha?
Siamo usciti dalla partita di domenica dimostrando carattere e voglia di fare. Da questa base vogliamo ripartire domani sera, dando il massimo di noi stessi per cercare di vincere il match.

E’ la sua seconda gara sulla panchina dell’Inter, poi avrà Fiorentina e Napoli. Come inizio non male…
Stiamo lavorando su tutte le situazioni, in campo e fuori. Non abbiamo tanto tempo, ma dobbiamo crescere. Adesso pensiamo solo a domani e poi ci concentreremo sulle prossime sfide.

Come si fa a lavorare adesso che tutti parlano di Simeone come suo successore?
Noi siamo molto concentrati e determinati a lavorare e a farlo al meglio. Soprattutto io che ho questa opportunità. Voglio dare il massimo per riportare questa fantastica società dove le compete.

Cosa pensa del Beer Sheva?
L’abbiamo studiata e sappiamo che affronteremo una squadra con qualità tecniche e fisiche. In campionato stanno facendo bene e in casa in Europa League hanno perso solo contro lo Sparta Praga. Dovremo approcciare bene l’incontro e stare attenti.

Come ha trovato l’Inter? Che ambiente c’è?
Un ambiente unito, voglioso e che sa che bisogna dare di più. Il gruppo dei giocatori si è messo a disposizione con volontà e con atteggiamenti giusti che dobbiamo continuare ad avere in futuro.

Giocherà Banega che è stato bocciato al derby? Lo vede più interno o più trequartista?
Banega è un ottimo giocatore, intelligente e con qualità tecniche importanti. Non boccio nessuno, ma cerco di schierare sempre la formazione migliore a seconda anche dell’avversario. Non vi dico se giocherà, ma è bravo a giocare tra le linee, ad alzarsi e abbassarsi. L’importante è trovare il giusto equilibrio per la squadra.

Arriva troppo presto una partita come questa da dentro o fuori?
Noi abbiamo bisogno di queste partite e la squadra è pronta e determinata per affrontare questa scalata. Dobbiamo scalare la montagna, ma provare ad arrivare in vetta per vedere quello che c’è dietro. Giocare partite da dentro o fuori, con tanta pressione, è bello perché siamo l’Inter e abbiamo grandi potenzialità. Domani sera giocheremo 95’ dandoci dentro.

Teme il biscotto tra Sparta Praga e Southampton?
Non sto pensando all’altra partita perché è giusto mettere le nostre energie sulle cose che dobbiamo controllare ovvero sulla nostra gara di domani sera.

Articoli correlati

Commenti