Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Inter

Vedi Tutte
Inter

Icardi: «Valgo più di 110 milioni. L'autobiografia è stata uno sbaglio»

Icardi: «Valgo più di 110 milioni. L'autobiografia è stata uno sbaglio»
© LaPresse

L'attaccante argentino: «Essere capitano dell'Inter è la mia missione»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 19 marzo 2018 17:58

ROMA - Centodieci milioni di clausola per un bomber da oltre 100 reti in Serie A forse sono pochi? Il diretto interessato, Maurito Icardi, si dice d'accordo: "Dopo quello che è successo nell'ultimo mercato forse hai ragione; però questa della clausola è una cosa che abbiamo discusso con la società e si è deciso di fare così. Ma in società sanno tutti quello che penso io, quello che voglio io. E siamo tutti molto tranquilli", spiega il centravanti argentino dell'Inter in una lunga intervista alla rivista 'Undici'.

PASSATO E FUTURO - L'argentino parla del suo passato ("Quello che mi ha voluto di più è stato Massimo Moratti. Mi ha preso dalla Samp quando avevo 19 anni"), del presente ("Essere il capitano dell'Inter per me non è difficile, ho la personalità per farlo tranquillamente. E soprattutto io sono interista") e del futuro ancora da scrivere: "Spero a 30 anni di giocare ancora al calcio. Spero di fare una lunga strada all'Inter, voglio vincere qualcosa con questa maglia. A 40 avrò smesso di sicuro, non sono come Totti. Anzi, a 40 anni non sarò nel mondo del calcio. Credo proprio che farò il papà a tempo pieno, a casa, con la mia famiglia".

Icardi in vacanza con Wanda: all'Inter chiede 8 milioni

Articoli correlati

Commenti