Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Chiellini, dalle Iene la laurea in Fallologia

Chiellini, dalle Iene la laurea in Fallologia

Il difensore bianconero è stato "premiato" dall'inviato dello show di Italia 1

Sullo stesso argomento

 

sabato 22 aprile 2017 21:10

TORINO - Dopo l’ultimo match, la Juventus ha raggiunto la sua seconda semifinale di Champions League in tre anni. Oltre a questo successo calcistico, lo scorso 6 aprile, Giorgio Chiellini ha conquistato un altro traguardo: la laurea magistrale in Business Administration con 110 e lode e menzione di merito. 

La Iena Nicolò De Devitiis ha raggiunto il difensore bianconero per congratularsi con lui e assegnargli un’altra “laurea” per i falli commessi in carriera, consegnandogli una tesi dal titolo “Palla o perone: l'evoluzione di Giorgio Chiellini in 10 anni di falli”. Insieme all’inviato, il difensore della Juventus e della Nazionale commenta i falli più noti fatti in campo.

Di seguito alcuni stralci dell’intervista a Giorgio Chiellini che andrà in onda domani, domenica 23 aprile in prima serata su Italia 1, a “Le Iene Show”.

Tutto sulla Juve

Iena: Com’è andata questa partita in Champions League?

Giorgio Chiellini: È andata bene. Non si poteva chiedere di meglio.

Iena: La miglior difesa in Europa, siete una saracinesca, un muro.

Chiellini: Noi parliamo alla fine…

Iena: Ti vorremmo fare i complimenti anche per la laurea.

Chiellini: Grazie.

Iena: Ti sei laureato in Business Administration. Cos’è?

Chiellini: (ndr, sorride)

Iena: Non ti basta fare il calciatore, adesso pure…?

Chiellini: Mi piaceva studiare e capire un attimo altre cose che magari poi possono essere utili per un futuro. Ancora qualche annetto fammelo giocare. Anche se sono vecchietto, tre/quattro anni spero di giocarli ancora.

Iena: Noi ti abbiamo portato la “vera” laurea, cioè quella in cui sei un po’ il maestro, sei conosciuto in tutto il mondo.

Chiellini: Mi aspetto di tutto…

Iena: La laurea in “fallo-logia”. Questa (ndr, gli mostra un volume) è la tesi della laurea: "Palla o perone: l'evoluzione di Giorgio Chiellini in 10 anni di falli".

Chiellini: C'è un modo di dire: “Palla o gamba. Se palla è meglio, ma l'importante è prendere qualcosa”.

Iena: Che tu prendi tutto lo sappiamo, lo abbiamo visto... ci sono (ndr, nelle pagine della tesi) tutti i fermi immagine dei tuoi falli più belli. La prima è l'entrata su Pjani? quando era ancora alla Roma. (ndr, Juventus-Roma, ottobre 2013)

Chiellini: Stava giocando troppo.

Iena: Quindi bisognava un attimo...

Chiellini: Calmarlo...

Iena: Uno fa anche dei falli per intimidire?

Chiellini: Ci sta, fa parte del gioco.

Iena: Molte volte non protesti, cioè ammetti...

Chiellini: Quando… Qui c’era poco da protestare…(ndr, ride)

Iena: Il secondo è quando hai “disintegrato” Bonaventura a Torino. (ndr, Juventus-Atalanta, dicembre 2012)

Chiellini: È stato bravo lui a spostare la palla.

Iena: Questi che ti spostano sempre la palla eh?

Chiellini: È colpa loro! (ndr, ride)

Iena: Non gli dovete spostare la palla a Chiellini! Questo fallo come lo commentiamo...?

Chiellini: Mi sa che non ho protestato.

Iena: Anche lì?

Chiellini: Penso di no.

Iena: Questo è un capolavoro: sei riuscito a “stenderne” due nella stessa azione, contro l'Udinese in casa. (ndr, Juventus-Udinese, gennaio 2012) Hai la maglia rosa, arrivi di corsa, “abbatti” il primo e poi ti accorgi che arriva un altro e lo “neutralizzi”…

Chiellini: Ho fatto blocco, tipo basket.

Iena: Eh, ma stai giocando a calcio…

Chiellini: Andava troppo veloce, lui…

Iena: Ah ecco, quindi dici: "Ora ti fermo io!".

Chiellini: No, "Vai più piano, dove vai?”

Iena: “Vieni qua, aspetta, ti devo dire una cosa”…

Chiellini: Io ero fermo.

Iena: Questa, invece, è una tua entrata “affettuosa” in Champions League su Cristiano Ronaldo… (ndr, Juventus-Real Madrid, maggio 2015)

Chiellini: No va beh, volevo fermare la corsa, rallentarla un attimo…

Iena: Non c’è modo di fermare Cristiano Ronaldo?

Chiellini: Mah, un modo c’è…

Iena: L’abbiamo visto. (ndr, sorride) Questa è un’altra “perla” del tuo repertorio: la gomitata sui corner. (ndr, la Iena gli mostra la gomitata data a Diakité durante Juventus-Lazio, aprile 2012)

Chiellini: Ma hai visto quanto è grosso Diakité?

Iena: Che vuol dire? Tu pure…

Chiellini: Ma non l’ha neanche sentita. (ndr, sorride)

Iena: È andato per terra…

Chiellini: No, è il doppio di me. Ma no, non l’ha neanche sentita…

Iena: Invece l’ha sentita Bergessio, un paio di anni fa con il Catania…(ndr, Catania-Juventus, ottobre 2013)

Chiellini: Ho chiesto scusa, ero convinto di prendere la palla. Mi dispiace di avergli fatto male.

Iena: E finiamo con il benvenuto che hai dato a Gagliardini a Torino. (ndr, Juventus-Inter, febbraio 2017)

Chiellini: Sì, va beh…

Iena: Una mossa di karate?

Chiellini: Era un momento dove bisognava far sentire la partita. Però non gli ho fatto nulla. (ndr, sorride)

Iena: No, però l’entrata era un po’ scomposta…

Chiellini: Infatti mi ha ammonito. Era un po’ energica.

Articoli correlati

Commenti